Tosello Il Suono del Secolo 2021 - Cantautoriale, Rock, Pop

Il Suono del Secolo precedente precedente

Un ukulele e una splendida voce per canzoni ricche di luce.

La voce di Tosello è splendida, nella piena tradizione delle voci "chiare" del cantautorato rock italiano: segue la scia di Samuel, di Sangiorgi. In un periodo in cui i solisti raramente hanno questa luce nel mezzo vocale, lui ha una voce chiarissima e la utilizza per narrare otto brani molto semplici e luminosi.

L'ambientazione colorata, fin dalla copertina dell'album, è resa in suono dalla presenza preponderante dell'Ukulele, filo conduttore all'intero album, che contrappone arrangiamenti sempre solari a testi che spesso esprimono l'opposto: dalla nostalgia di L'amore è fatto solo di coraggio all'apparente menefreghismo di, appunto, Non mi importa. Una certa attenzione verso lo spazio e le stelle, ricorrenti nella gran parte dei testi, fanno di Il suono del secolo un disco molto omogeneo e facile da ascoltare, compatto per tematiche e per sonorità coerenti lungo tutta la scaletta.

Forse i testi paiono un filo qualunquisti qui e là, mentre qualche citazione di troppo fa sembrare alcuni brani – Comete – già sentiti, sminuendo una poesia che però c'è e che viene esaltata dagli arrangiamenti sognanti e dalla performance vocale cristallina, mentre la struttura dei brani ricorda classici del nostro rock cantautorale leggero come Perturbazione, La Crus e le cose più leggere degli Afterhours.

Quello che resta è una voce stellare, una buona scrittura e l'ukulele che diventa un buono strumento di rock acustico.

---
La recensione Il Suono del Secolo di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-10-25 23:56:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • ale_stop 2 mesi Rispondi

    Concordo pienamente, un album da ascoltare e riascoltare mille volte, un fiume di emozioni😊👍 grazie