Stain_ Kindergarten 2021 - Alternativo, Post-Rock

Kindergarten precedente precedente

Musica plasmata in un asilo degli anni '30 riconvertito per registrare queste sei canzoni: Stain_ conferma importanti segnali di crescita approcciando la creatività liberi come bambini.

Seconda prova in studio per gli Stain_, che alimentano il proprio lascito discografico pubblicando “Kindergarten”, seguito di “Zeus” del 2018, distribuito attraverso Audioglobe/The Orchard.

Sei brani che compongono una proposta d'ascolto dai toni e dai colori variegati: l'extended play anima le stanze di un asilo che è sia spazio fisico che setting creativo dietro l'opera nella sua integrità. I quattro musicisti che arrivano da Capurso hanno convissuto per due mesi in una struttura che negli anni '30 era un vero e proprio kindergarten: se ne produce un lotto di canzoni imprevedibili nel loro sviluppo, post-rock nell'attitudine ma lontane da ogni stereotipo di genere; perché Stain_ sperimenta senza allinearsi ad un registro espressivo già definito, alla ricerca del proprio, personale ed originale.

Ed il percorso sembra essere giunto ad una fase di maturazione confortante, perché il tipico assetto voce-chitarra-basso-batteria trova integrazioni del suono sia attraverso elementi analogici che digitali. “Kindergarten”, per detta degli stessi musicisti coinvolti, è un ritorno alle origini, a quella infanzia che scrolla di dosso qualsivoglia imbarazzo e lascia libero di plasmare un valore aggiunto in fase compositiva; questo disco si presenta come un felice esempio di cosa si può realizzare quando le briglie rappresentate dai fattori esterni vengono sciolte a favore di una completa libertà stilistica.

---
La recensione Kindergarten di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-11-12 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO