Cisco La Lunga Notte 2006 - Cantautoriale, Pop, Folk

La Lunga Notte precedente precedente

Fosse un EP di cinque tracce, sarebbe un buon lavoro. Le tracce in questione sarebbero quelle più cupe e indolenti, dove si sente maggiormente la presenza di Francesco Magnelli (ex CSI) ai tasti di regia e di pianoforte. Sarebbe un dischetto con un Cisco inedito, diverso da quello visto finora: in grado di riempire, con la calda profondità della sua voce, uno scenario buio che lo avvolge.

E invece. E invece provate a sentire di seguito la bella ballata iniziale, la tautologica “Best” e l’imbarazzante “Latinoamericana”. I rapporti di forza sono questi, per ogni buona canzone ce ne sono due quantomeno evitabili, che cadono a piombo nel canone recente dei Modena City Ramblers: suoni appiattiti su una vaga patchanka mondiale, testi didascalici e retorici, interventi sonori di personaggi esterni. Prendete la title-track e avete il riassunto perfetto: ritornello in spagnolo, testo barricadero elementare (“Chiediamo pane e giustizia / ci rispondono con i cannoni / morte e distruzione”), frammento sonoro di Don Gallo.

La domanda spontanea è sull’utilità di questo lavoro: non si capisce a cosa possa servire un disco che suon in gran parte già sentito e propone stilemi che sanno di abusato. L’unica via che potrebbe valere la pena percorrere è quella, già citata, di ballate dall’incedere lento, come la buona cover di “Sisters of Mercy”, con un bel testo italiano curato da Riondino.

C’è solo da aspettare; aspettare e vedere se il buono di questo disco è dovuto ad una produzione d’autore o ad un preciso percorso musicale. Fosse la seconda, Cisco potrebbe regalare qualche bella sorpresa. E “La Lunga Notte” essere ristampato come EP.

---
La recensione La Lunga Notte di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2006-10-04 00:00:00

COMMENTI (30)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • lambo 11 anni Rispondi

    perfettamente vero! cisco mi piaceva tanto tanto quando era con i modena..da quando si sono separati entrambi hanno perso moltissimo sia musicalmente che stilisticamente:(

  • enver 15 anni Rispondi

    come i modena:?

  • utente0 15 anni Rispondi

    gente ma che roba eh? := non puoi lasciare i modena, la storia, i concerti, i dischi per questa sbobba riscaldata... Latinoamericana è davvero imbarazzante... testo da terza media del peggio qualunquismo

  • kkt 15 anni Rispondi

    credo che il folk sia il genere più difficile da catalogare :|

  • enver 15 anni Rispondi

    vasek (Selfbrush) è will oldham
    gli annie hall sono folkpop e così i mr60
    gli yeepee folk giocattolo da cameretta
    -
    solo in italia siamo così provinciali da pensare che folk = sud, pizzica, tammurriate e folkabbestia (peraltro gran meglio dei modena e della bandabardò)

  • kkt 15 anni Rispondi

    mi sfugge il tuo concetto di folk ...

  • enver 15 anni Rispondi

    http://www.uglydogs.it/images/uglydogcamp%20flyer.jpg

  • kkt 15 anni Rispondi

    chi c'era a castelcucco?

  • enver 15 anni Rispondi

    proprio perchè ascolto battellate di folk schifo la svolta sudamericana dei modena già col terzo disco
    ieri a castelcucco c'erano 5 folk band, nessuna delle quali ha niente a che fare coi modena
    appunto perchè i modena non fanno folk
    come quelli che paragonano b*go a beck... ah ah ah ah ah ah ah ah ah

  • faustiko 15 anni Rispondi

    grande!
    ...bellisma questa...

    :[