Malagnino Marino Josè Pop 2007 - Sperimentale

Pop precedente precedente

E' abbastanza possibile che Josè Marino Malagnino sia un genio. E' abbastanza impossibile che io riesca a comprenderlo. Perchè questo stralunato ragazzo di Brindisi produce musica che sembra un frullato di calamari, arance, biancosarti e trippa. Esempio perfetto di inascoltabile sperimentazione cialtrona e grottesca. Esplorazione strampalata delle possibilità casalinghe di una musica concreta. Lo stereotipo perfetto per far esclamare all'italiano medio: "se questa è musica, allora potrei essere artista anche io". Ed in effetti, se questa è musica, potremmo essere artisti un po' tutti, anche se Malagnino lo fa meglio di una persona normale, forse perchè normale lui non è. Non puoi produrre questa roba se non sei realmente spostato e se non usi il pensiero laterale per fare la spesa. Questi diciotto minuti sono la sublimazione della musica home made, costruita con scoth, ritagli di giornale, canti sotto la doccia, pentole a pressione, suonerie di cellulare, matite spuntate, tergicristalli, elettrodomestici rotti trovati in cantina. Apparentemente il metodo di composizione di Malagnino è semplice: accendere il microfono e fare confusione in presa diretta con quel che trova. In realtà esiste un progetto subdolo con un obiettivo ben preciso. Non è dato sapere quale, ma si capisce che c'è. E nascosto in questo flusso di coscienza c'è anche un qualche messaggio socio-filosofico, se lo capite. In mezzo compaiono anche i Mr.Brace, ma nessuno se ne accorge. E allora resta questo manifesto di una musica inascoltabile. Insensato, rumoroso, pasticcione. Geniale? E che ne so.

---
La recensione Pop di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2007-10-18 00:00:00

COMMENTI (7)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente0 14 anni Rispondi

    La musica può piacere o non piacere, e questo è un fatto indiscutibile, ma non sono d'accordo quando dici che DEV'ESSERE fruibile dalle masse e non da nicchie accondiscendenti... questo a mio parere è fortemente limitativo e censorio: se così fosse, un'enormità di espressioni artistiche non sarebbero mai esistite. La trovo un'opinione decisamente snob.

  • utente0 14 anni Rispondi

    Perchè?Bisogna fare la selezione alla porta per proteggere gli artisti?:)La musica fino a prova contraria dev'essere fruibile per un bel po' di gente,mica solo per le nicchie accondiscendenti.

  • utente0 14 anni Rispondi

    non è peccato dire che un disco fa schifo.

  • utente0 14 anni Rispondi

    "E' abbastanza possibile che Josè Marino Malagnino sia un genio. E' abbastanza impossibile che io riesca a comprenderlo."

    è certo invece che poteva parlarne qualcun altro.

  • gorann 14 anni Rispondi

    perfettamente d'accordo

  • utente0 14 anni Rispondi

    "APPARENTEMENTE il metodo di composizione di Malagnino è semplice: accendere il microfono e fare confusione in presa diretta con quel che trova. In realtà esiste un progetto subdolo con un obiettivo ben preciso. Non è dato sapere quale, MA SI CAPISCE CHE C'è."
    Ti aspettavi due righe che lo spiegassero sul retro del cd?
    O lo senti o non lo senti. Per me Marino Josè è dannatamente bravo e consapevole per la sua giovine età. Ciaociao

  • airiins 14 anni Rispondi

    ahah! mi sa che c'hai proprio preso.