French Fries! Kindergarten Beats 2007 - Pop, Indie

Kindergarten Beats precedente precedente

Liquido. Inizia liquido e ti bagna. Guardi il cielo della tua camera, forse è solo la pioggia, e quando riabbassi lo sguardo ti ritrovi davvero in un parco giochi per infanti, con tanto di altalene e dondoli e giravolte e vasche di sabbia fintissima e altamente batterica. Ripenso alle sensazioni simili che già Le Man Avec Les Lunettes mi avevano trasmesso, ma quel lo-fi lascia spazio piuttosto a nuovi artifici. Loop e drum machine si intrecciano con archi elettronici ed è chiaro il riferimento a Godrich, che spero prima o poi li ascolti questi pesaresi e che potrebbe sorridere per quei minuti a lui dedicati.

Umori alla Earlies, meno emo, gemelli Pace sbriciolati come pan di spagna su una torta mimosa, al posto della crostata di limoni, che con una voce così sintonizzarsi su Isoradio, nel bel mezzo del fermo e afoso traffico d'Agosto in autostrada ti farebbe vedere il "bello", dove proprio non ce n'è. Come a cercare il "buono" nei ricordi di bambino, quando pensavi di poter fare tutto, calarti da un balcone con una scala di corda fatta da te o andare in giro per la piazza del tuo paese insieme a Belle (et Sébastien) e sentirti importantissima, questo disco ti restituisce impianti sonori che passano per interferenze elettriche che accompagnano immagini di ricordi disturbati e rigati da un tracking malfunzionante di un vecchio lettore vhs.

Senza malinconia.

---
La recensione Kindergarten Beats di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2007-12-13 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • enver 14 anni Rispondi

    bellone!

  • fake 14 anni Rispondi

    Stiiiileee!!!
    :[
    Come direbbe claudio (e concordo in pieno), di una purezza disarmante!
    d*