Los Bastardos Los Bastardos 2000 - Hardcore, Crossover, Alternativo

precedente precedente

Non credo di esagerare definendo assolutamente devastante questo dischetto proveniente da Aosta. Più precisamente dai Los Bastardos.

E' sufficiente inserirlo nel lettore per essere letteralmente aggrediti dalle bordate sonore di una formazione che non lascia spazio alla tranquillita', proponendo un crossover nel quale si sviluppano momenti di spaventosa tensione.

La matrice dominante va certamente ricercata nel post-hardcore, contaminato con sonorita' eterogenee che frastagliano i brani fino a renderli estremamente movimentati e spesso imprevedibili.

Non un attimo di pausa in questi undici brani... il ritmo scende di rado, rivelandosi solo un espediente per caricare di ulteriore aggressivita' le note.

La linea melodica spesso viene soppiantata dal fragore delle ritmiche, che sembrano quasi incitare le notevoli doti di un vocalist capace di grugnire con ferocia, gorgheggiare e recitare.

L'attitudine chitarristica e' assai vicina a quella di band come i System Of A Down e, piu' in generale, le suggestioni delle note trasportano quella carica tipica di una band americane. Eppure, nonostante la violenza, i Los Bastardos sembrano divertirsi, mostrando tutta loro giocosita' nell'uso delle liriche, nelle quali intrecciano francese, inglese e italiano, per una miscela curiosa e coraggiosa che in parte fa ripensare ad alcune visioni di Mike Patton.

Volendo essere pignoli si potrebbero criticare gli arrangiamenti non sempre convincenti, ma credo di poter affermare che siamo di fronte ad una formazione preparata ed assolutamente sopra la media.

Meritano di essere seguiti. Molto attentamente!

---
La recensione Los Bastardos di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-10-05 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia