Rigolò nasce come progetto solista di Andrea Carella nel 2010 e, nello stesso anno, pubblica per la Iridella Records il primo album, “Cocoons should die young”. Il brano “At home” verrà inserito nella colonna sonora della serie tv prodotta dalla RAI “Le cose che restano” una miniserie televisiva italiana con Paola Cortellesi e Claudio Santamaria diretta da Gianluca Maria Tavarelli, e trasmessa nel 2010 su Rai 1.
Subito dopo Carella riprende l’imprescindibile collaborazione con la violoncellista Jenny Burnazzi, precedentemente conosciuta durante i cinque anni di militanza i nei Comaneci e adesso sua compagna anche nella vita.
Rigolò aggiunge così nuove sonorità all’impianto melodico dei brani e, dopo l' EP “Can you hear me?” registrato nel 2011 al Duna Studio in trio con Max Rassu al basso, esce nel 2013 con il secondo album “Slangenmensch” per l'etichetta veneta Garage Records. L'album si avvale della collaborazione di Paolo Mongardi che suona le batterie di tutti gli otto brani. Da questo momento, i Rigolò cominciano a girare in tour con la band che comprende anche Andrea Napolitano alla batteria e al pad e Alessandro Reggiani Romagnoli al basso.
L'attività live aumenta e genera incontri che si riveleranno future collaborazioni; è così che la band ha l’opportunità di suonare a Lipsia nella storica emittente Radio Blau durante il tour di presentazione di “Slangenmensch” e di concretizzare il sodalizio (lavorativo e spirituale) con Mattia Coletti, artista e fonico di studio e di palco, collaboratore e produttore di numerose band e artisti dell'underground musicale, sperimentatore elettronico, e leader di svariati progetti alternativi. Con lui i Rigolò registrano nel 2015 “Gigantic” terza fatica della band in cui le sonorità e gli arrangiamenti cominciano ad allontanarsi dall'area folk per ricercare nuove soluzioni legate al suono e al timbro, avvalendosi in maniera calibrata dei mezzi elettronici. Il tour di presentazione viene condiviso con gli Stems, progetto musicale dell'artista inglese John Dorr e si svolge tra l'Italia, la Germania e l'Austria. Il brano “Before it gets dark” viene scelto e inserito nel film “Naples '44” del regista Francesco Patierno vincitore del nastro d’Argento Doc 2017 - sezione docufilm, mentre il brano “Another good chance” compare nel film “Cimitero azzurro” del regista Gerardo Lamattina.
L'attitudine cinematografica della band porta i Rigolò a collaborare con il poliedrico e geniale musicsita/filmmacker Francesco Tedde , nella sonorizzazione live di interessantissimi e misteriosi documentari; l'ultimo lavoro è suonato sul film “The great white silence” girato nel 2010 dal regista Herbert Ponting che racconta la drammatica spedizione al Polo Sud del comandante Robert Falcon Scott.
“Tornado”, il nuovo lavoro dei Rigolò uscirà il 16/2 per Antropotopia.