www.robertacartisano.it

Calabrese cresciuta sullo Stretto, Roberta Cartisano scrive canzoni che preferisce definire fotografie sonore. Polistrumentista, sabotatrice di suoni e manopole, fa tutto da sé: compone, arrangia e produce, costruisce città, ponteggi, caverne che collegano questo mondo con pianeti lontani attraverso buchi nel cielo e stelle che si lasciano contaminare di quel Mediterraneo che in lei scorre per natura. Ad ottobre 2013 torna come produttrice con il suo secondo lavoro intitolato L’ultimo cuore (BrokenToys/Audiglobe 2013), un concept album ambientato nel futuro in cui il rock/pop d’autore sperimentale incontra la canzone d'autore insieme alla forza onirica del suono.

Già nota nel circuito underground, da tempo presta servizio come bassista pianista e agitatrice di synth per la scena musicale alternativa (Cesare Basile, Lele Battista, Marta Collica, Micol Martinez, Carmine Torchia, Lo.mo, Yuri Beretta, She Owl, Stead etc.); diversi sono i dischi in circolazione nei quali rintracciare la sua presenza.

Gli studi degli strumenti, una laurea in Filosofia, gli scritti sull’estetica della città - che l’hanno portata a girovagare per la Scozia - la curiosità per le voci e i gesti della gente… tutto questo l’ha portata alla convinzione che per essere musica bisogna cercare la polvere, sporcarsi le mani, interessarsi alla vita.

Nel 2009 fonda il collettivo Broken Toys insieme alla musicista Jolanda: una label autonoma con la quale pubblica tutti i dischi a suo nome, cura rassegne e collabora in sinergia con altri collettivi di musicisti europei e americani. Con il disco Autentiche Voci (Broken Toys 2011) entra nella top ten delle radio indipendenti, guadagnandosi passaggi su Isoradio Rai.

Nel 2013 produce L’ultimo cuore, un concept ambientato nel futuro, dove emerge nuovamente la sua naturale predisposizione di fotografa del suono. Anche per questo lavoro cura produzione artistica e arrangiamenti suonando basso, pianoforte, synth, chitarre e loop, lasciando spazio agli ospiti che contaminano il tutto.

Roberta ha anche ideato, scritto e curato la rassegna HiStorytellers - La Musica nella Storia (2011/2012), appuntamento mensile a Milano in collaborazione con Alessandro Grazian e Marina Ladduca. La rassegna ha visto la presenza stabile del poeta Vincenzo Costantino Cinaski e il contributo del musicista Mercuri insieme al susseguirsi di diversi ospiti della scena musicale milanese (Enrico Gabrielli, Davide Ferrario, Tao, Dario Ciffo dei Lombroso, Alessandra Contini de Il Genio, Marco Cosma de I Cosi, Mercuri, Marina Ladduca etc). Ha inoltre lavorato con il compositore di colonne sonore Enrico Sabena per Rai-fiction, in teatro per la compagnia Le Nozze del compianto Renato Nicolini e con il giornalista musicale Michele Monina per il progetto multimediale Anatomia Femminile.