Roberto Scippa - L'isola testo lyric

TESTO

Hai le ossa stanche dopo anni all'arrembaggio
ma sulla tua isola ritorni un po' più saggio
Sei impazzito tra tempeste di persone
ma lei è la tua isola nel silenzio dell'amore

Sei partito un giorno dalla terraferma
in cerca di una terra che sembrasse un po' più eterna
Ha navigato senza sosta l'intuizione
che ci fossero due occhi ad accoglierti nel mare
che conoscessero da sempre tutto il bene ed il tuo male

Con la bocca prosciugata da deserti di parole
dove ha regnato spesso il tiranno Confusione
ora nell'oceano dove non c'è più un padrone
lei è la tua isola, ribelle di passione
lei è la tua isola, ribelle di passione

Con il cuore consumato per l'amore che ho venduto
aiutami a scoprire tu il mio volto più innocente
tu che sei un'isola, lo specchio più temuto
che mi rivela tutto senza sapere niente
che mi rivela tutto senza sapere niente

La mia vista si è annebbiata tra orizzonti d’illusione
dove ha regnato spesso il tiranno Confusione
ora nell'oceano dove non c'è più un padrone
tu sei la mia isola, ribelle di passione
tu sei la mia isola, ribelle di passione.

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano L'isola di Roberto Scippa:

Questo brano è stato inserito in alcune playlist dagli utenti di Rockit:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone L'isola si trova nell'album Canzoni d'emergenza uscito nel 2014 per Astral Records.

Copertina dell'album Canzoni d'emergenza, di Roberto Scippa
Copertina dell'album Canzoni d'emergenza, di Roberto Scippa

---
L'articolo Roberto Scippa - L'isola testo lyric di Roberto Scippa è apparso su Rockit.it il 2016-10-17 18:57:45

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia