sara romano - Ciricò testo lyric

TESTO

CIRICÒ

Comu lu ventu affaccia ogn'ura

saluta ri notti ra bedda signura

ca un dormi mai e ll'ommini ddisìa

rasca la nasca comu li fraschi a la campìa

Campani ri glicini e u ficu fanali

quannu u suli arrusti a jebba janca

a bballu pi lu maeṣṭṛali

Surdu lu zzorbu aspetta e ccrisci
sutt'a carrubba c'a mmennula finisci
acqua ri terra pi la rrosa marina
spacca li peṭṛi e cchiantannu, simina

U ggersu nicu ca gghioca e nni manna
sutta li gracci spica a lavanna

sarva a savvia ca chiama la rruta
çitruna je nn'anticchia ri giniṣṭṛa muta

Tutti sti cosi iu viu e vvô ricu

ca lu tièmpu è ppicca e ju cci aiu un ritu

pi ccuntari li çiura, zammara e un tornu no
lassannumi cariri pî ṣṭṛati di Ciricò





Come il vento fa capolino ad ogni ora,
saluta di notte la “bella signora”1

che non dorme mai e gli uomini desidera
arriccia il naso come la sterpaglia sui campi.

Campane di glicini e il fico fanale
quando il sole brucia l'erba bianca
un ballo quando soffia il maestrale

Sordo il sorbo aspetta e cresce

sotto il carrubo che a mandorla finisce
acqua di terra per il rosmarino,

spacca le pietre e piantando semina

Il gelsomino che gioca e ci manda
sotto le guance2 spunta la lavanda
salva la salvia che chiama la ruta,
citronella e un poco di ginestra muta.

Tutte queste cose io vedo e ve lo dico
che il tempo è poco e io ho solo un dito
per contare i fiori, l'agave e non torno, no
lasciandomi cadere per le strade di Ciricò




1 «Bella Signora»: il fiore chiamato 'Bella di notte' (Mirabilis jalapa).
2 «Guance»: pieghe, solchi del terreno.

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Ciricò di sara romano:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Ciricò si trova nell'album Ciricò uscito nel 2015 per IRD, Appaloosa Records.

Copertina dell'album Ciricò, di sara romano

---
L'articolo sara romano - Ciricò testo lyric di sara romano è apparso su Rockit.it il 2020-10-13 09:39:02

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia