Tracklist

Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

“A volte le persone si incontrano. Sembra una prima volta, ma non lo è.”

Rupert è un progetto in lingua inglese di genere Chamber Pop.
Un anno fa non c’era ancora niente. Le canzoni non esistevano, qualcuno di questi 5 protagonisti non si conosceva. Ma qualcosa c’era già, magari soltanto un colore.
Non sono una vera e propria band, non hanno mai suonato insieme, non hanno un passato che li accomuni.
Ad essere estremamente sinceri, non hanno neanche un presente. Non hanno mai suonato dal vivo e probabilmente non pensano di cominciare a farlo adesso. Ma sono vivi e assolutamente soddisfatti.
6 canzoni nacquero nella testa di Massimo Ruberti, un leader contraddistinto dal non avere del tutto uno strumento da suonare tra le mani, ma un mondo di suoni nella testa. Decise di aiutare queste canzoni a crescere avvalendosi della dolce voce e delle idee di Ada Doria, dopodiché l’arrangiatore orchestrale e pianista Roberto Mangoni con la chitarra di David Marsili aggiunsero un malinconico sapore da camera. Era qualcosa, ma non era finita qui.
Il produttore Daniele Catalucci (membro dei Virginiana Miller) ascoltò per caso questa manciata di canzoni, si incuriosì e cominciò a lavorarci per proprio conto, editare, aggiungere ritmo e registrare un bel po’ di materiale.
Dopo qualche mese il loro Chamber Pop era completo.
In sostanza, non c’è troppo bisogno di incontrarsi se le cose giuste stanno già svolazzando nell’aria.
Devi soltanto aprire le mani e prenderle.


He started with some words written in Berlin, in the Interzone, in Fractals City.
Then he traduced them with a classical piano player
A guitar player added a little bit of poem
The piano player arranged for an orchestra
And he could finally play his lovely synthetizer
Suddenly came a lady for singing and all seemed finished...but
A boy heard them and shaked all the songs that became another thing

Between all these lines there is always a moment of wandering

Credits

Produced by Daniele Catalucci
Lyrics & music: Massimo Ruberti, in collaboration with Daniele Catalucci and Ada Doria
Orchestral arrangement: Roberto Mangoni

Vox: Ada Doria
Piano: Roberto Mangoni
Korg Polysix: Massimo Ruberti
Guitar: David Marsili
Drum programming, synth, vocals (on track #6): Daniele Catalucci
Feat:
Eugenio Sournia: vocalist on track #4
Matteo Pastorelli: baritone guitar on track #5
Asita Fathi: violin and viola on track #1, #6
Gabriele Bogi: drum on track #1, #4 and #6
Nicola Venturini: drum on track #2 and #5
Recorded at: Poderino recording studio – Casale Marittimo (Pisa) by Francesco Landucci, Dogana d'Acqua Studio (Livorno) by Massimo Ruberti, Banana studio (Livorno) by Daniele Catalucci between November 2015 and March 2016
Mixed at Banana Studio (Livorno) by Daniele Catalucci
Mastered at Mystery Room, Milwaukee, Wisconsin - USA by Justin Perkins
Front cover: 'Abend Am Meer' (WILHELM LAAGE, 1907) © Photo: Kunstmuseum Spendhaus Reutlingen/Frank Kleinbach
Artwork by Studio Ellipse

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati