Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

“Rain from Mars” è il primo disco della band veneta Sarah Schuster.
Due dei brani contenuti nel nuovo disco vantano la collaborazione di Amy Denio, vera icona della musica indipendente americana, ospite con sax contralto e fisarmonica rispettivamente in “Music beyond me” e “Tarà tarà”.
Tra le note di “Rain from Mars” si può rintracciare il variegato background musicale dei quattro Schusters: con un orecchio sempre teso ai riff scarni e d’effetto di Elastica e Sleater Kinney, le sonorità vanno dalla PJ Harvey più acida e blues, ai modernissimi Yeah yeah yeahs! fino a punte di minimalismo new folk, il tutto metabolizzato da quattro musicisti dalla forte personalità, che conferiscono ai brani un marchio di fabbrica ormai riconoscibile e amato dagli affezionati.

RECENSIONI

“Lavoro davvero godibile, ben superiore a tante proposte di provenienza internazionale. Complimenti al quartetto veneto” - Elena Raugei per Fuori dal Mucchio (luglio/agosto 2009).

“Le quattro anime si amalgamano magicamente in una sola comune pur spiccando singolarmente per personalità. Affinità elettive, parrebbe. Affinità che ben promettono.” - Barbara Santi per Rumore (ottobre 2009).

“E’ bello quando le attese non vengono disilluse [...] sintesi di una buona fantasia, discreta produzione, miscela di riff giusti e incastri di melodie e sentimenti che funzionano, equilibrio energetico insomma [...] la band veneta conferma la sua potenzialità” - Elisabetta De Ruvo per Rockit

“Quello che sicuramente a tanti sembrerà un disco musicalmente senza “fissa dimora”, non è altro che il risultato di un nobile crossover [...] dove contrasto e contraddittorietà fanno high quality [...] “Sarah Schuster al potere!” - Massimo Sanella per mescalina.it

“quella che fanno è grande musica. Un rock dolce-amaro che ti resta nella testa anche giorni dopo l’ascolto. Sarà per l’originale mancanza di un basso, per alcuni piacevoli innesti di sax e fisarmonica (è l’ospite statunitense Amy Denio, direttamente dalla mitica Seattle), sarà per la registrazione in presa diretta… ma ora comincio a sbrodolare troppo...” - blogspot.alligatore.com

“[...] dichiarando le proprie influenza senza troppe remore, confidando in una solida personalità [...] i quattro ci danno dentro con un suono scarno ma discretamente aggressivo, che si fa forte della sua stessa fragilità” - Enrico Ramunni per Rockerilla (luglio/agosto 2009)

“Che non siano proprio di primo pelo si può capire da come suonano e come compongono. "Rain From Mars" sembra un disco della prima PJ Harvey che in qualche piccolo istante ricorda gli Yeah Yeah Yeahs di "Fever To Tell" - beatmag.it

Credits

Registrato e mixato nell’autunno 2008 presso il Red House Recordings di Senigallia (AN) da David Lenci. Mastering: Bob Weston.
I Sarah Schuster sono: Lisa (voce), Daniela (chitarra, voce, piano elettrico), Eleonora (chitarra e percussioni), Matteo (batteria e percussioni). Amy Denio: sax contralto in Music Beyond me e fisarmonica in Tarà tarà.

Commenti (1)

  • pgm 30/12/2012 ore 13:54 @Pigment

    Un singolo dietro l'altro...un disco maturo, pensato e ragionato nota per nota..da mettere su a ripetizione alle feste rock!

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati