Musica per immagini

I SeaHouse nascono a Lecce nell'ottobre del 2005 e, da allora, hanno portato avanti con convinzione e coerenza una visione musicale personale fondata su avvolgenti suggestioni strumentali. E' difficile inquadrare questo progetto in un genere musicale definito. La loro musica spazia continuamente ed in modo fluido dall’ambient, al rock, passando per il funk e la psichedelia. L'unica connotazione certa è che non ci sono regole, non ci sono canoni da seguire. La progressione delle note è pura emotività che basta a se stessa. La ricerca di un equilibrio musicale in continuo movimento.
L'ultimo lavoro dei SeaHouse, Cristalli, è un viaggio in musica che attraverso le sue 10 tracce porta l’ascoltatore in mondi ora soffusi e dilatati, ora spigolosi e graffianti. L'album, interamente autoprodotto fra la fine del 2013 e l’estate del 2014, inizia e termina con un saluto direttamente all'ascoltatore, una sorta di sipario che si alza e poi cala su un mondo interiore caotico e denso di simboli, quello in cui ognuno può perdersi e ritrovarsi, talvolta un po’ diverso da prima.

SeaHouse have started their weird journey in Lecce, in October 2005, and since then have followed with conviction a personal musical vision based on instrumental suggestions. It’s hard to define the style of this project. Their music ranges continuously and smoothly from ambient to rock, through funk and psychedelic. The only thing certain is that there are no rules, there are no standards to follow. The progression of notes is pure emotion that is self-explaining. The continuous search for a musical balance on the move.
Their latest work is called “Cristalli” and is a journey in music through 10 tracks which takes the listener through worlds now suffused and dilated, now sharp and biting. The album was entirely self-produced between the end of 2013 and the summer of 2014 and begins and ends with a greeting directly to the listener, a kind of curtain that rises and then falls on a chaotic inner world in which everyone can get lost and find himself, sometimes a bit 'different from before.

SeaHouse:

Luca Antonazzo: Chitarra
Gianluca Grecucci: Basso
Max Licchelli: Chitarra
Elvira Palma: Synth
Luca Voglino: Batteria