Senhal - Testo Lyrics Gli Astri (delle Repliche del Tempo)

Testo della canzone

Come si scivola di comodo sul viale del passato
sai che la storia si ripete ma solo nella tua testa
e guardi vecchie strade grige con occhi di smeraldo
l'infinitesima conferma che sei soltanto tu

Come si incappa facilmente nelle brame dei vissuti
stai così bene fuori sede e poi ritorni per Natale
e rifai nascere il Cristo fino a quando ne hai bisogno
con Dylan Dog e con Diabolik che ti guardano invecchiare

Gli astri delle repliche del tempo
sono come sigarette a quindici anni
e una nuova primavera che ti illude
che De André sia ancora qui

Speculazioni consapevoli sul gioco dei ricordi
così convinto che ti sembra di poterli ritoccare
e prendi il treno, torni indietro a fare visita ai trascorsi
alla città, quella di sempre che di sempre ha solo il nome

Gli astri delle repliche del tempo
sono come sigarette a quindici anni
e una nuova primavera che ti illude
che De André sia ancora qui

Gli astri delle repliche del tempo
sono come sigarette a 15 anni
e una nuova primavera che ti illude
che De André sia ancora qui

Album che contiene Gli Astri (delle Repliche del Tempo)

album Bang - SenhalBang
2014 - Cantautore, Rock, Indie
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati