Il Blues e il Funk incontrano la Bossanova, poteva succedere solo in Sicilia!

Il Senhor MuTrìo è un trio palermitano la cui musica unisce al blues e al funk le sonorità sudamericane derivanti dalla passione dei suoi componenti per la musica brasiliana. La musica del Senhor MuTrìo combina questi e altri generi, presentando al pubblico un repertorio originale ed eterogeneo, valorizzato oltretutto dai testi scritti in italiano, siciliano, inglese e portoghese. L'idea del nome trae ispirazione da uno splendido pezzo di Horace Silver interpretato da Taj Mahal: Señor Blues, capace di fondere al suo interno l’anima del progetto. Per il nome a quel punto è sembrata adatta la parola "mutrio", termine siciliano difficilmente traducibile, un po’ come il “blues” inglese o la “saudade” brasiliana. Horace Silver e Taj Mahal sono inoltre tra le maggiori fonti d’ispirazione del trio insieme ad Albert Collins, Robert Cray, Mark Knopfler, musicisti brasiliani come Antonio Carlos Jobim e Baden Powell e cantautori come Fabrizio De André, Paolo Conte e Gianmaria Testa.
Oltre ai consueti concerti e partecipazioni a programmi radiofonici, nell’estate 2012 il Senhor MuTrìo si esibisce per una serie di date nell’isola di Favignana in occasione dell’uscita del suo primo EP, “0”, mentre nell’estate 2013 a Ustica partecipa a “Circe2013” la prima edizione di una rassegna cinematografica caratterizzata da vari eventi culturali promossi dall’associazione IsoleDiCirce. Nell’autunno 2016 è prevista l’uscita del primo disco di inediti “Monte Cuccio n°5”. Al disco, registrato con Sergio Ciulla presso il suo studio CasaPalude, collaborano Samuele Davì con la sua tromba e il pittore e disegnatore Batawp (Giulio Rincione) che ne cura la veste grafica.