come se gli Arab On Radar incontrassero gli Arab Strap-on nel dancefloor di uno sperduto gay club tra pellegrini, camionisti e small town boys. Nati nel 2006 come risposta alle campane che richiamavano i pellegrini alla santa messa domenicale e come omaggio a uno dei più importanti combo che non eseguivano il soundcheck prima di farti sanguinare le orecchie in una qualsiasi delle loro esibizioni...

Pagina gestita da