La musica degli Shopping è poesia libera, giocosa e di protesta; è libera, perchè la musica è la massima espressione della libertà umana; è giocosa, perchè tale è l'attitudine della band; è di protesta, perchè la musica degli Shopping non è solo ricordare con malinconia un amore passato, ma anche urlare “cosa cazzo voi pensate?" a un giudice corrotto. Sono suoni e parole a volte dolci e ammalianti
, che portano lo spettatore in viaggi onirici verso paradisi inviolati, a volte taglienti e nocive, che arrivano direttamente al cuore e alla mente dell’ascoltatore. Shopping è un tentativo difficile quanto affascinante di unire due concezioni di fare musica, là dove l’attitudine grunge si intreccia con la musica d’autore, solo apparentemente opposte.