Tracklist

Descrizione a cura della band

La musica dei Silent Chaos contenuta in “micro” è la prima parte di un doppio progetto (micro-MACRO) in cui si narra l'evocazione di archetipi sepolti nell'inconscio collettivo, mostrati in una nuova luce intellettualmente (al modo di Plotino) emozionale.
L'uso di strumenti elettronici, quali il sintetizzatore modulare, i sequencer e la batteria a pad che comanda loop e campionamenti, mette a disposizione dei Silent Chaos una vasta tavolozza sonora da cui i Silent Chaos attingono per definire il personalissimo quadro stilistico.
Ogni composizione determina un'universo speciale nel quale affiorano echi di musica concreta, cori, suoni tribali, noise e ambient, in sperimentazioni sonore che avvolgono e sorprendono all'ascolto anche chi non ha orecchie avvezze a questi generi.
Il doppio album “micro-MACRO" è il frutto maturo di un anno di concerti multimediali, performance teatrali e radiofoniche, prove e sessioni di registrazione, che, attraverso sentite e sofferte selezioni, si rivela infine una gradita sorpresa anche per gli stessi artisti ed esprime al massimo potenziale la somma di felici intuizioni del momento, scelte per rappresentare al meglio il loro lavoro di ricerca.
L'ascolto di “micro-MACRO" esige un'attenzione particolare, per calarsi profondamente nelle atmosfere particolari di ogni lungo brano evocate dai musicisti; un'attenzione che si è perduta ormai in questa era di rapido consumo artistico e contro il quale i Silent Chaos si battono, offrendo un'altra visione del momento che chiunque, se lo vuole, può rimirare e condividere.

“micro-MACRO" è il racconto di un viaggio, quello che lo spirito intraprende dal Microcosmo (argomento del disco in uscita con Eclectic Productions) - in cui va in scena la distruzione del sé intramondano che permette l'accesso al Mistero - al Macrocosmo (argomento del secondo disco "MACRO", prodotto nello stesso periodo, che sarà pubblicato come seguito di “micro") , in cui, riconosciuti i limiti del sé e del mondo, l'Intelletto si spinge verso orizzonti sconosciuti, con lo scopo terribile e sublime di compiere la decostruzione del Tutto per ricostituirsi infine come Adamo primordiale.

“micro-MACRO” è stato missato e masterizzato dai Silent Chaos al P&P Studio - Roma

1-Odysseus's journey

Il mito del viaggio, protagonista l'eterno principiante, l'eterno viaggiatore che non sa restare immobile a scrutare senza curiosità nel tempo che gli scorre attorno, il nessuno che naviga sul mare delle possibilità cercando la giusta via tra tentazioni di sirene sterili, in perpetua infinita ricerca di un approdo tranquillo per l'anima.

2-Ab Origenes

Dal magma ribollente alla trasformazione vitale, l'evoluzione di atomi stellari trasposti in pensiero.
Suoni primordiali su traghetti elettronici da usare come veicolo per il futuro.

3-Technological monk

Il dio Tecnologia chiama nuovi adepti, attraverso preti cibernetici, all'adorazione della falsa religione unica e definitiva, in un mondo di macchine sempre più intelligenti che sublimano all'estremo la razionalità.

4-Insania

La perdita di contatto, lo scollamento o meglio lo scollegamento necessario se non si vuole rimanere nell'impossibilità di ritrovarsi. La sensazione di essere fuori da sé e diventare due sé distinti, che viaggiando in parallelo giungeranno a ricongiungersi.

5-Eleusi

Il mistero è quell'ombra accogliente che ti abbraccia confortandoti quando ne hai bisogno. È un’oasi brillante in un deserto grigiastro. Un trampolino per tuffarsi in una piscina piena di sogni nel resort del nulla.

Credits

I Silent Chaos sono: Marta Noone modular synth, voice, sound fx programming, e Ugo Vantini electronic percussions, loops, ambience.

Marta Noone è una musicista e visual artist di Roma, impegnata in una ricerca stilistica estetico-filosofica che impiega suoni ed immagini per filtrare attraverso la sua arte il momento storico attuale e l’inquietudine correlata, attingendo ad altri eterei mondi possibili. In questo suo percorso ha organizzato eventi non convenzionali di musica elettronica ed arte contemporanea, ha collaborato con diversi artisti della scena romana in performances live, teatrali e nella produzione di colonne sonore originali.

Ugo Vantini, batterista eclettico di Roma, ha collaborato con diversi gruppi di estrazione rock progressive quali: Divae, Balletto Di Bronzo, Ezra Winston, VU Meters. Ha diviso i palchi con artisti del calibro di BMS, Orme, Osanna, Gary Green (Gentle Giant), Jack Bruce, Area, Arena, Anekdoten, Carl Palmer (ELP) e molti altri. Attualmente collabora in pianta stabile con gli Entropia, una storica band italiana che propone musica elettronica contaminata da influenze di vari generi, con Entropia Techno Department, il side project di Entropia orientato esclusivamente alla techno, e con l’etichetta Eclectic Productions.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Recensioni [micro]:

Resounding Footsteps: https://resoundingfootsteps.wordpress.com/2017/06/07/micro-silent-chaos/

Artists&Bands: http://www.artistsandbands.org/ver2/recensioni/underground/8828-silent-chaos-micro

The sunday experience: https://marklosingtoday.wordpress.com/2017/06/12/silent-chaos/

Heiðnir Webzine: https://heidnir-webzine.com/2017/06/18/silent-chaos-micro/

Draftsound: https://draftsound.it/silent-chaos-micro/

Modulator Records: https://modulatorrecords.com/blog/blog/12-07-2017-silent-chaos

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati