< PRECEDENTE <
album Lorca Sleepwalker's station

Sleepwalker's station Lorca

compra

2018 - Folk, Etnico, Acustico

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Leggi la recensione Video in questo album (4)

Descrizione a cura della band

Lorca -il titolo dell’album s’ispira allo scritore andaluso Federico Garcia Lorca e il teatro assurdo.

1.La Valse:
Brano strumentale ispirato dalla musica di Yann Tiersen.

2.Hacia marte (verso marte):
Brano ispirato in parte dal Bolero di Ravel e rock spagnolo alla Bunbury.

3.Rue du Bourg:
Una via di Digione. Musicalmente una fusione che mescola un reggae suonato da fiatti nella strofa al quale risponde un’orchestra di archi con un valzer nel ritornello.

4.uno di noi:
Brano musicalmente ispirato all’hiphop degli anni 90.
Inizia con una frase del ragazzo della via Gluck di Celentano e parla dei giovani italiani (spesso laureati) costretti ad andarsene all’estero come parallela al ragazzo di campagna che 50 anni prima doveva andarsene nella grande città per trovare lavoro. In parte critica la mancanza di riforme, cambiamenti sociali e di mentalità che potrebbero migliorare questa situazione.

5.unterwegs:
Brano cantato in bavarese e ispirato ai cantautori austiaci degli anni 80.

6.giorni sul lago:
Dedicato al Lago di Garda. Anche se inizia con in riferimento alla melodia di “c’era una volta il west” di Sergio Leone.

7.sevilla:
Omaggio alla città andalusa e al fiume Guadalquivir che la connette con l’Atlantico e il mondo. Musicalmente ricordando i Calexico che non sorprende saprendo che il loro fonico Craig Schumacher ha mixiato questo album negli WavLab studios in Arizona.

8. Winter in Berlin
Riedizione di “Berlin” (2012) cantata dalla cantautrice sveva Bea Bacher in tedesco.

9. De molinos y gigantes
Colaborazione con musicisti gitani di Jerez de la Frontera, culla del flamenco ciò che si sente anche nella canzone.

10. Wandering people:
Unico pezzo in inglese che parla dello spostamento degli popoli nel passato paragonandolo a quello del presente.

11. Las flores del mal
Titolo dell’opera di Baudelaire. Un Tango argentino surrealista.

12. Si j’étais:
Cantato dalla cantante islandese Iriis. Una chanson française con elementi di jazz e valzer viennese.

13. Tucumán:
Un viaggio attraverso le Ande (anche se le trombe potrebbero ricordare più il Messico mariachi)

14.Assunta:
Dedicato alle nonne e le loro storie della vita.

Credits

Il nuovo album "Lorca" fu inciso a Barcelona, Ravenna, Monaco di Baviera, Jerez de la Frontera e Tucson (Arizona) tra aprile 2015 novembre 2017.
Mixato da Craig Schumacher, mitico fonico dei Calexico e masterizzato ai JJ Golden Studios in California.

La Band:

Giulia Babini - slide guitar/dobro, voce
Andrea Para - percussioni
Francesco Cellini - violoncello
Hannes Oberauer - Contrabbasso
Daniel Del Valle - voce, chitarra, keys
Arnau Barrios Vinyes -violino
Ferran Barrios Vinyes - fisarmonica, harmonium,

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMO >
    Pannello

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani