Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

“Dylar” è il farmaco che attenua la paura della morte in “Rumore Bianco” di Don DeLillo.
Del libro in questione, ciò che lambisce il disco degli Snow in Damascus! è l’interesse alle calamità, nella loro capacità di stagliarsi sull’orizzonte del rumore di fondo in cui viviamo e di creare empatia fra sconosciuti, così come l’interesse al fascino stesso della catastrofe, quell’attrazione atavica che spinge ad assaporare l’enormità di eventi terribili, come spinti in avanti verso un luogo dove c’è già rinascita.
In una intervista, lo scrittore dichiarò che il significato della parola “dylar” fosse “muori” e “ridi”: i pezzi di questo disco sono tesi nella ricerca di quel limite tra il prima e il dopo, tra l’inevitabile e il possibile, tra il subìto e il desiderato, e cercano di dar voce a un disperato recupero emotivo, al richiamo a resistere a un intorpidimento della sensorialità, nel tentativo di creare una fessura attraverso quel rumore bianco di fondo che rende tutto indistinto, quella saturazione che ci avvolge e finisce per nasconderci gli uni agli altri.

Credits

Tutti i brani sono scritti da Gianluca Franchi
Arrangiato da Michele Pazzaglia, Matteo Bianchini e Gianluca Franchi
Registrato da Michele Pazzaglia @ FreeGo Studio, Città di Castello (PG)
Mixato da Michele Pazzaglia @ Jam Recordings, Città di Castello (PG)
Mastering: Giovanni Versari @ La Maestà, Tredozio (FC)
Hanno suonato:
Gianluca Franchi – voce, chitarra
Matteo Bianchini – basso, clarinetto, sax, synths
Giorgia Fanelli – voce
Davide Besi – batteria
Michele Mandrelli – voce, synth
Andrea Ottaviani – chitarra elettrica

e
Ciro Fiorucci – batteria
Alessandro Bianconi – pianoforte
Arianna Federici - violoncello
Giordano Falleri - tromba

Artwork: Giorgia Fanelli
Grafica: Giacomo Vanni

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati