Descrizione

Holes è il titolo del primo album dei Soundtrack of a summer.
I quattro musicisti (Simone Galli - voce e chitarra, Michele Quinzani - batteria, Lorenzo Franzoso - basso, Giorgio Denicoli - chitarra) si incontrano nel 2007 e da quel momento il progetto ha inizio.
Nel 2011, dopo un EP autoprodotto e tour in Italia e in Germania, il gruppo decide di prendersi del tempo per immergersi completamente nel proprio sound, e a giugno inizia la registrazione di Holes. Le dodici tracce del disco sono la conclusione del lungo lavoro compositivo degli ultimi quattro anni e segnano una tappa fondamentale nel processo di maturazione della band.
Il sound dell’album muove da influenze rock di matrice americana, comuni a tutti e quattro i musicisti, ma allo stesso tempo dialoga e viene contaminato dai gusti e dalle esperienze personali dei membri del gruppo. Il risultato è una sintesi tra la forza di un concerto in un club underground, la carica ritmica del pop-punk californiano e l'intima intensità della voce.
Seguendo il sentiero tracciato dal disco, ci si addentra più profondamente nella ricerca sonora dei Soundtrack of a summer: brani immediati (Better than this) e ballate(The hardest thing - Fiesta red) si alternano a pezzi con arrangiamenti più complessi (Light) e a canzoni che lasciano spazio ad effetti e linee di chitarra acustica (Colors missing, Goodnight lovers); il tutto in una ponderata commistione di forza ritmica e originalità melodica che conferisce una cifra comune al lavoro nella sua unità.
Sopra a tutto, la linea vocale: armonie orecchiabili eppure complesse, che servono da viatico ai testi per svolgersi lungo la canzone. I testi sono riflessioni intime, versi troncati e immagini di vita più o meno personali che si caricano anche di un'intensità universale: chiunque abbia vissuto emozioni come l'amore, la perdita, la sensazione di vacillare in qualcosa che potrebbe finire da un momento all'altro e allo stesso tempo potrebbe sbocciare e maturare, non faticherà ad entrare nell'orizzonte dei brani di quest'album, il cui titolo parla da solo.
Holes, buchi, piccole imperfezioni che si trovano in tutte le cose. Anche in quelle meravigliose. E sono proprio queste imperfezioni che forse le rendono più vere. Guardando nei buchi delle cose si possono aprire mondi inesplorati, ci si può perdere per poi vagare nell'indistinto oppure ritrovare, vedendo tutto da un'altra prospettiva.
Better than this, prima canzone dell'album e primo singolo estratto da Holes, esprime in modo conciso e inequivocabile il messaggio che i Soundtrack of a summer vogliono trasmettere. Ne è una perfetta immagine il videoclip girato da Matilde Greci e realizzato da Lowland, nuovo studio di produzione artistica, grafica, fotografica e video.
Holes è stato registrato, mixato e masterizzato da Ettore Gilardoni al Real Sound studio di Milano ed è prodotto per l'etichetta milanese Rocketman Records da Roberto Gramegna e Ettore Gilardoni. L'album è distribuito da Self in tutti i negozi di dischi ed è acquistabile anche nei maggiori store online.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati