Stato Brado sta ad intendere una condizione di non addomesticamento, di chi si pone lontano dalle convenzioni sociali e le città, l’amore incondizionato per la natura, la ricerca della strada sterrata, l’incontro spontaneo e l’incertezza; rispecchia il modo in cui il gruppo si pone e si approccia alla musica che crea.
E così i labronici Stato Brado propongono uno stile che fonde le sonorità della tradizione cantautorale italiana con quelle americane del folk, del blues e del country.
Nell’Aprile 2013 esce il disco d’esordio “Lungo La Strada” e dopo un'intensa stagione di concerti, nel novembre del 2014 realizzano in studio l'ep "Vecchio diavolo".
Nel giugno seguente partecipano alla compilation "A Tribute to Scotty Pone's - Fiumicino" prodotta dall'associazione "Il cane di zorro" ed il prestigioso "Premio Ciampi".
Il secondo disco "Cosa adesso Siamo" uscito il 13 gennaio 2017 è stato registrato, mixato e prodotto al 360 Music Factory Studio Recording da Andrea Pachetti e si avvale della partecipazione di artisti del calibro di Dimitri Grechi Espinoza , Marina Mulopulos, Simone Padovani e Paolo Pee Wee Durante.