Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione a cura della band

"Anche da morti" è il primo album ufficiale degli Strani Crani. La scelta del titolo,
apparentemente lugubre, nasce in realtà dall’esigenza di attribuire al rap un'accezione
di eternità e immortalità. Il disco ruota attorno a temi tetri: i fantasmi del passato e del
presente tentano ogni giorno di schiacciarci e spaventarci facendo della paura
un'arma letale. "Non farsi schiacciare dalle proprie paure" è il leit motiv che
accompagna l'intero album. Il rap degli Strani Crani diventa quindi non solo un
mezzo per denunciare il male della società, ma anche e soprattutto un modo per
esorcizzare le proprie paure. "Anche da morti" rappresenta appieno l'eclettico sound
della crew: suoni cupi, a tratti reggae e dubstep che lo rendono estremamente
dinamico e innovativo, anche grazie alle collaborazioni sia sul piano strumentale -
con l’utilizzo di bassi e chitarre - sia sul piano vocale, con l'aggiunta di cori
femminili. All'interno dell'album si alternano pezzi cupi e visionari che traspongono
in musica la realtà psichica che accomuna tutti noi in questo particolare periodo
storico-sociale. La scelta del nome Strani Crani, d'altronde, non è casuale.

Commenti (1)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati