Elettronica Vs. suoni di minoranze etniche

Fabio Di Salvo indaga i diversi linguaggi dell’arte digitale, dopo aver maturato grazie al progetto Quiet ensemble una profonda e poetica visione del contemporaneo passando dalle arti visive a quelle spettacolari, si concentra nel suo progetto solista Teiuq sull’esperienza sonora, attraverso un collage di suoni composto da campionature provenienti da canzoni folk e canti religiosi. Cosi come in Quiet ensemble fa del rapporto tra natura e tecnologia il centro della ricerca, ponendo l’attenzione sulle piccole meraviglie nascoste quotidiane attraverso l’utilizzo della tecnologia, cosi con il progetto Teiuq l’indagine si concentra sulle qualità sonore di civiltà e etnie remote portando in superficie musiche e canti popolari, mixati in composizioni contemporanee attraverso l’utilizzo di strumenti elettronici.