Descrizione

Il buio e poi la luce. A tratti tenue, a tratti intensa, illumina i locali dismessi di una vecchia fabbrica, ambientazione del nuovo video di 'Everybody loves' di TheHuge, Gianluca Plomitallo. Tra le pareti del fabbricato, il mondo assume nuove sfumature, i suoni si alternano alle parole, vibrando tra le orecchie e il cuore. Sapori, profumi, colori, terre e fiori con la loro straordinaria intensità sensoriale si traducono in uno stato d'animo nuovo e improvviso. L'uomo e la natura si incontrano, la malinconia e la felicità si legano indissolubilmente nel ricordo del passato e dell'infanzia. Un'età perduta, ma non dimenticata, un tempo che non c'è più, ma che rimane vivo nel profondo. Le emozioni della fanciullezza, impresse nella memoria, rivivono sui volti in primo piano, ormai cresciuti, riaffiorano con naturalezza alla vista di un vecchio orsacchiotto di peluche o della bambola preferita. Tutto cambia, si trasforma, ma rimane impresso per sempre nel cuore, tra disillusione e speranza. E' questo il fil rouge del nuovo album di TheHuge, in uscita il 1 Aprile 2012. Qui il cantante, impegnato anche alla batteria, al basso, al pianoforte, abbandona tutti i freni, in nome di una totale indipendenza, anche da un punto di vista creativo. Il risultato è un lavoro vibrante che accosta inediti a brani del passato, come 'A minute left', pezzo del 2001 che ribadisce come la vita possa cambiare, lasciando immutati sentimenti e sensazioni, oppure come 'I fear people', e ancora, 'Those hills of sadness', nel quale forte è il legame con la natura. A dare il titolo a questa nuova produzione, una frase che fa tornare immediatamente bambini: 'How old are you, Dad? 37'. Una domanda posta dall'artista al proprio padre, con la spontaneità e la naturalezza tipica dei bambini, che dopo anni riaffiora alla sua mente, in un turbinio di ricordi ed emozioni che nessuno può cancellare.
A. Mecca

Darkness and then light, at times faded, at times intense, lighten up the abandoned spaces of an old factory, the location of the new video for "Everybody Loves" by TheHuge, Gianluca Plomitallo. Inside the walls of the building, the world takes on different nuances, sounds alternate with words , vibrating between the senses and the heart. Flavours, perfumes, colours, landscapes and flowers with their extraordinary sensorial intensity transform into a new and unexpected state of mind. People and nature meet, woe and happiness are joined inseparably in the memory of the past and childhood. A lost age, but not forgotten, a time that is no longer with us but is very much alive inside. The emotions of childhood, fixed in our mind, are seen to return so naturally in the close-ups of faces, though grown up, when an old teddy bear or a favourite doll come into sight. Everything changes, changed, but, between delusion and hope, stays impressed in our hearts for ever. This is the main theme of TheHuge's new album, out on 1st April 2012. The singer, also on the drums, on bass, on the piano, takes his foot off the brakes, in the name of absolute independence, as well as from a creative point of view. The result is a vibrant opera that matches new pieces with works from the past, like "A Minute Left", 2001, which confirms how life can change, leaving sentiments and sensations unaltered. "I Fear People" then "Those Hills of Sadness" hold strong the bond with nature. The title of this new production takes us straight back to being children: "How Old Are You Dad? 37". The artist asked his own father this question, the way only children do, so naturally and spontaneously, and it comes back to mind in such a whirlpool of memories no-one can cancel.
A.Mecca (J.Woodhouse)

Credits

Written, sung, played and produced by Gianluca The Huge Plomitallo

The Huge: upright piano, electric piano, drums, bass, acoustic guitar, vibraphone, accordion an d musch more

Fabio Disappearing Giobbe: acoustic guitars & electric guitars on tracks 3,4

Mauro Mandaglio: acoustic guitars &electric guitars on tracks 2,7

Fabio Dotti: bouzouki on track 9 & upright bass on track 8

Fabrizio Buttò: trumpet on track 1 & muted trumpet on track 8

Silvio de Rosa: bass on track 1,4

Nicola Arata: acoustic guitars on track 1,6

Marco Disappearing Normando. bass on track 2,3,7

Elia Moretti: drums on track 8

Minù: unconscious noise

Front Cover: Cinzia Ratto

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati