Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Dopo gli ottimi riscontri dell'ep “Unbegotten”, ecco "Quantum Porn" il nuovo album dei
berlinesi THE SOMNAMBULIST.
Il disco rispecchia l'interesse della band in tematiche come fisica fondamentale, la natura
ultima della realtà e i limiti della comprensione umana - fino a quel punto dove la
contemplazione dell'esistenza fra tremare il corpo e lascia sbalorditi e in soggezione.
E' questa sensazione quasi fisica di soggezione e sbalordimento che è messa in scena in queste
16 nuove tracce, affacciate su di un ampio paesaggio sonoro dove il passato, il presente e il
futuro del rock e del pop sembrano coesistere: il blues viscerale di Tom Waits e Nick Cave va
di pari passo con l'eleganza e la profondità di Radiohead e Tool, mentre il tutto viene nutrito
dagli strani ed ambigui stati d'animo di David Bowie e Talking Heads.
THE SOMNAMBULIST sembrano aver tradotto quel caos di particelle che ci circonda e di cui
siamo fatti in un sontuoso field recording ai confini dell'universo. Ci sono dei momenti in cui
le canzoni sembrano espandersi in enormi sfere di suono, per poi contrarsi l'attimo dopo in
un singolo e quasi invisibile punto.
In questo viaggio sensuale ed extra-dimensionale attraverso lo spazio e il tempo, Marco
Bianciardi (voce, chitarra, e campionatore, oltre ad essere produttore dell'album e conosciuto
in Italia per aver fatto parte nella scorsa decade di bands seminali come Elton Junk e Caboto)
è attualmente accompagnato da Thomas Kolarczyk a basso e contrabbasso e Valentin Schuster
alla batteria (registrata in studio nel 2015 da Luca Andriola, già in Ulan Bator e Sexy Rexy).

THE SOMNAMBULIST è un collettivo musicale fondato a Berlino nel 2009 da Marco
Bianciardi, musicista conosciuto in Italia per essere stato batterista negli Elton Junk e
chitarrista nei Caboto, oltre che autore di colonne sonore per film e spettacoli teatrali.
L'album di debutto della band, “Moda Borderline” (Acid Cobra, 2010), è stato seguito da
“Sophia Verloren” (Solaris Empire, 2012), due dischi che hanno attirato l'attenzione della
critica europea verso una musica persuasiva, tagliente ed energetica, caratterizzata da un
forte marchio personale e un impatto dal vivo ad alta carica emotiva.
Dopo numerose collaborazioni con musicisti della scena indie, sperimentale e jazz della
capitale tedesca (come Chris Abrahams di The Necks, Hanno Stick di Missincat e vari
membri dei 17 Hippies, solo per citarne alcuni), durante l'estate del 2015 il gruppo ha
registrato pressoché tutto il materiale inedito scritto negli ultimi cinque anni in vista della
pubblicazione del terzo lavoro in studio: un disco ancora mantenuto nel più stretto riserbo,
ma dal quale già sono stati tratti i singoli "Transverberate" e "Deeply Unutterable &
Unimpressed" (riuniti nell'EP "Unbegotten" in uscita il 4 Novembre) che prospettano
un'intrigante e stratificata evoluzione nel sound del gruppo.
THE SOMNAMBULIST sono conosciuti anche per le loro esibizioni in cinema e teatri, dove
continuano a proporre dal vivo una colonna sonora originale per il film muto "Berlino -
Sinfonia di una grande città", diretto da Walter Ruttmann nel 1927: un lavoro commissionato
nel 2011 dal Centro Jean Vigo di Bordeaux con il supporto del Goethe Institut, e che nel
2014 ha vinto il primo premio al Rimusicazioni Film Festival di Bolzano.

Credits

All songs written, arranged and performed by
Marco Bianciardi - vocals, guitars, sampler
Thomas Kolarczyk - electric & double bass, vocals
Luca Andriola - drums and percussions

Recorded by Chris Lastelle between July and September, 2015
Funkhaus Nalepastraße (Block A, ex-Room a279b), Berlin
Mixed by Alessandro Sportelli in December, 2016
former WestLink Recording Studio, Cascina (Pisa)
Mastered by Giovanni Conti in January, 2017
Artefacts Mastering Studio, Berlin

Produced by Marco Bianciardi

Sampled musicians:
Rafael Bord - violin, viola
Manuel Kailuweit - guitar, drums
Olivier Bernet - synth
Jacopo Andreini - alto sax
Giulio Aldinucci - soundscapes
Mareike Hube - trumpet, trombone
Michael Weilacher - marimba, tablas
Eli Fabrikant - violin

Artwork design by Marco Bianciardi, Arne Fleischmann, Susanne Schmidt, Xokoko and BJ Bolender
Circlizations of π, e, φ and γ by Antonio Sánchez Chinchón
Inner gatefold pictures by Arne Fleischmann, Christian del Monte, Freya Schreiber, Jan B. Fels, FotoSintesi
lab project, Susanne Schmidt, Hiromi Hoshiko, Thierry Toinot, Barbara Cucuzzo, Marco Fabris, Christian
Link, Eva Schreiber, Jürgen Janson, Deacon Dunlop, Albertine Sarges, Akiko Matsuura, Emanuela Ligarò,
Rafael Bord.
℗ & © 2017 Slowing Records. All rights reserved | www.thesomnambulistberlin.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati