The Soul è lo pseudonimo del soulfunk singer bolognese Danilo Pavarelli, cioè io. Inizialmente (metà anni 80) mi esibivo con piccole cover bands in piccoli locali della mia zona, negli anni a seguire ho avuto il piacere e l'onore di cantare al fianco di artisti rock e soul molto importanti, anche a livello internazionale, come Paul Gilbert (Mr Big, Racer X), Eric Singer (ESP, KISS, Black Sabbath, Alice Cooper, Queen), Queen Ann Hines (una delle colonne portanti della mitica Stax Records, nonchè nipote di Rufus Thomas), Archie Love (solista dei Commodores del dopo Lionel Richie), più recentemente anche con Deborah Jordan (stupenda voce modern soul, londinese, con un disco in uscita negli States, The Light per Futuristica Music), Maya Azucena (NYC, voce fissa del gruppo di Vernon Reid, ex chitarra dei Living Color) e Laurnea Wilkerson (da L.A., 3 album solisti all'attivo, attrice e corista in passato di Stevie Wonder e Bobby McFerrin, attualmente di Rachelle Ferrell)... e tanti altri. Nel 2005 ho fondato una funk cover band che ho chiamato The Black Choice, con la quale ho suonato live con alcuni artisti italiani (Bobby Solo, Sara 6, Antonino...). Nel 2007 lascio la band al suo destino, per formarne una con la quale proporre i MIEI pezzi, di MIA composizione: nasce The Soul, progetto ambizioso già dal nome, che col suo funky sound, contaminato da sonorità hard rock, house e afro insieme, non manca l'occasione di farsi notare, da subito. Dopo neanche un anno dalla costituzione della band, The Soul entra a far parte del movimento Funk In Italy di Bobby Soul ed Ernesto De Pascale (il primo, talentuoso soul singer genovese, già leader dei Blindosbarra negli anni 90, mentre il secondo è un affermato critico e giornalista musicale, fondatore de Il Popolo Del Blues, voce storica di Rai Stereo Notte, scrive per Jam, Rolling Stone ed altri...), movimento che si presenta al pubblico con una compilation omonima, presentata al MEI 2008 di Faenza, e dove The Soul pubblica un pezzo, Hidden Words, che si colloca al finaco di nomi altisonanti del panorama soul/funk italiano, come Alessio Bertallot, Ridillo, Dirotta Su Cuba, lo stesso Bobby Soul e tanti altri). Allo stesso tempo, un altro brano di The Soul, Let 'Em Out, viene pubblicato all'interno di una delle più note compilations natalizie, Hit Mania 2009, più precisamente nel 4° cd, raccolta di gruppi emergenti italiani sponsorizzata dalla Nokia dal nome Stand Up Selection. Dopo tutto l'inverno 2008-09 passato negli studi forlivesi del Savana Studio di David Sabiu prima e al Creative Mastering di Stefano Cappeli poi, nel Giugno 2009 esce finalmente "Hard Funk Invasion", il primo album autoprodotto di The Soul, pronto per "invadere" il web e tutti i palchi della penisola, con il quale si classifica 3° al concorso Allinfo Radio Festival 2009, che lo porta a esibirsi a Roma, insieme agli altri primi classificati e a Bobby Soul, presentatore della serata insieme a Ernesto De Pascale e allo staff del portale Allinfo.it, promotori del concorso. The Soul è presente sul numero di Novembre 2009 di Rollingstone, nell’ambito della presentazione del movimento Funk In Italy, articolo di Ernesto de Pascale e scatti di Alberto Terrile, lo stesso movimento che The Soul è chiamato a rappresentare, con alcuni altri componenti di FII, nella compilation “L’Anthologia Funk” (Cramps/Self), pubblicata il 27 e presentata il 28 Novembre al Meeting Etichette Indipendenti (MEI) 2009 a Faenza, raccolta che comprende artisti del calibro di Elio e Le Storie Tese, Area, Pino Daniele, Napoli Centrale e New Trolls (e tanti altri), insieme ad alcuni tra i migliori rappresentanti emergenti della scena attuale funk in Italia.