"The Star Pillow" nasce nelle feste di Natale 2007. L'idea è quella di registrare una sensazione, lo spirito del Natale, in un disco di sei tracce, una per notte dal 22 fino al 27 dicembre. Diversi Amici in quelle notti mi venivano a trovare donandomi i loro suoni e contribuendo alla nascita di un paesaggio sonoro. Tecnicamente "The Star Pillow" è uno studio su loop costruiti esclusivamente con tre chitarre elettriche, di cui una distrutta, sui quali sono disegnate esili quanto suggestive melodie. I riferimenti vanno dal Miles Davis di "A Silent Way" ai Mogwai, dai soundscape di Eno/Fripp all'elettronica dei Matmos e Mùm. Quasi tutti gli Amici ospiti non sono musicisti, ma magicamente, o forse no, siamo riusciti a comunicare nello stesso linguaggio, privilegiando la Visione per poi arrivare solo in un secondo tempo alla musica. Ringraziamenti random per i loro suoni a: Priamo, Stefano, Lorenzo, Tiziano, Angelo, Luca, Daria, Maurizio. Buon Natale quando vuoi che sia Natale. -The Star Pillow- Il primo disco "Christmas Session" è stato registrato nel natale 2007, mixato e masterizzato a natale 2008 e uscirà a natale 2009.

Dicembre 2011 il secondo album "Non t'illudere".
Non c'è un concept di fondo. L'uso di loop costruiti, distrutti e riciclati è alla base anche di questo lavoro, ma non vi è traccia di alcuno strumento "reale" e probabilmente questo è un disco che non esiste. Non ci sono ospiti come nel primo Star Pillow, solo una stanza, un divano, un computer e questo disco che praticamente si è pensato e scritto da solo.
Roberto Beani ha prodotto un clip per il brano "A train to the dawn".