TIZIO Bononcini - Testo Lyrics Arlecchinata

Credits Arlecchinata

Tizio Bononcini: voce, piano, glockenspiel
Vincenzo De Franco: violoncello, tastiera
Mariano Robortella: basso
Max D'Adda: percussioni

Testo della canzone

"Con un corno in testa, demone della terra.
Danzo senza fili una fame senza fine.
Un povero cristo o un povero diavolo?
…che danza la danza del ventre…
vuoto, la danza del ventre vuoto"

Sul palco a bordo di un carro
ebbro di vino son chino sul palco.
Metto in scena tra un frizzo ed un lazzo
la parata del demone pazzo.
Fate entrare signore e signori,
donne bambini e il fante di cuori.
Fate entrare madame e monsieur,
tutta la corte, villani ed il re.

(Saltimbanchi cerretani, cantimbanchi, ciarlatani)

Venghino Venghino entrate a fare parte
della masnada di maschere inquietante.
Tra frastuoni ed ampi gesti osceni,
fa la riverenza quando passa
la familia Herlechini.

Posso diventare
medico servo o clericare
giudice o becchino
arcivescovo con un bambino.

Se ti inganno e poi ti truffo
tu non mi chiamar gaglioffo.
Metto una pezza, ci metterò una pezza,
colorata e un po’ strappata.
C'ho ffame non mangio da giorni
un tozzo di pane è frutto dei sogni.
Mangio fandonie e sciocchezze d’ogni sorta
mosche e anime di seconda scelta.

(Abra cabra abrà cadabra, danza macabra d'un boia.)

Venghino Venghino entrate a fare parte
della masnada di maschere inquietante
Tra frastuoni ed ampi gesti osceni
fa la riverenza quando passa
la familia Herlechini.

Mi potrai trovare
come ingegnere o carabiniere
mercante o agrimensore
un politico puttaniere.

Venghino Venghino entrate a fare parte
della masnada di maschere inquietante
Tra frastuoni ed ampi gesti osceni
fa la riverenza quando passa
la familia Herlechini.

Album che contiene Arlecchinata

album Entrambi Tre - TIZIO BononciniEntrambi Tre
2012 - Cantautore, Folk, Blues
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati