TIZIO Bononcini - Testo Lyrics La donna amante dei gatti

Credits La donna amante dei gatti

Tizio Bononcini: voce, piano
Vincenzo De Franco: violoncello
Mariano Robortella: basso
Max D'Adda: percussioni

Testo della canzone

Siamo andati a teatro una sera
Vestiti per l’occasione
Lei con l’abito rosso di seta
e una borsa di dubbia funzione
ma quando tentai l’abbraccio
con abile gesto d’attore
dalla borsa miagolò un gatto
che distrasse sul palco il tenore.

Così le ho preparato una cena
con candele e canzoni d'autore
per sedurla con le parole
e colmando di vino il bicchiere.
Ma quando è arrivato l'istante
dell'ambito e fatidico bacio
Sul tavolo balzò festante
il gatto grigio assai affamato

Mi sono innamorato
della donna amante dei gatti
Le ho cantato una serenata
per rapire i suoi begl’occhi.

Una notte abbiam fatto l'amore
con passione e senza trucchi.
Ma mi accorsi che era da ore
ch’eravamo osservati dagli occhi
grandi e gialli, di un gatto nero
che ascoltava ogni nostro respiro.
Lo sentivo guardarmi nel buio,
più geloso di un uomo, lo giuro!

Così andammo a vivere insieme
in una casa arredata
accostando mobili antichi
e design d’una certa portata
Ma ben presto accadde che
la sua gatta sciagurata
scambiò il mio Luigi XVI
per una lettiera pregiata.

Mi sono innamorato
della donna amante dei gatti
Le ho cantato una serenata
per rapire i suoi begl’occhi.

Quando ci siamo sposati
preparammo un rito sontuoso:
avevamo affittato un teatro
ch’era da tempo in disuso.
Ma fu sua l’idea bislacca
di fare portare gli anelli
al suo micio, il più maldestro…
che li perse in un nido d’uccelli.

Mi sono innamorato
della donna amante dei gatti
Le ho cantato una serenata
per rapire i suoi begl’occhi.

Album che contiene La donna amante dei gatti

album Entrambi Tre - TIZIO BononciniEntrambi Tre
2012 - Cantautore, Folk, Blues
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati