Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione a cura della band

I JUMPING THE SHARK sono un duo pesarese formato da Leonardo Antinori – Batteria e Voce e Tommaso Tarsi – Chitarra e Voce. AMAMI è ufficialmente il loro secondo album e terzo lavoro in studio della band, che vedrà le stampe il 27 gennaio 2017 per Bananophono Record.

Registrato, mixato e masterizzato da Paolo Rossi presso “Studio Waves” a Pesaro nel febbraio 2016, rappresenta un punto di apertura del duo verso sonorità più orecchiabili e una maggiore maturità nell’arrangiamento e nella composizione dei brani. Il disco rivela, infatti, le molteplici anime del gruppo, che vanno dagli stacchi rock più potenti, alle melodie in falsetto anni 2000 per passare poi alle ballate più dolci andando a scindere, in maniera molto più decisa, tutti quegli elementi compositivi emersi nei lavori precedenti.

“Questo album” racconta la band “è sicuramente legato ai dischi che ci hanno maggiormente influenzato fin dalla nascita, “…Like Clockwork” dei Queens Of The Stone Age, “AM” degli Arctic Monkeys e “Ecailles De Lune” di Alcest per fare degli esempi, ma non mancano echi musicalmente lontani e più recenti come “Squallor” di Fabri Fibra e un certo tipo di rap, non certo nelle sonorità, ma nella scelta di un linguaggio più diretto e asciutto in alcuni passaggi del disco”

AMAMI è quindi un disco polimorfo, dotato di un’aggressività tipica dell’adolescenza ma espressa in maniera più consapevole rispetto al primo lavoro della band, focalizzandosi anche sui groove e la metrica delle parole. Senza perdere il lato più sensibile, introspettivo, dove echi e riverberi marini portano in profondità, immergendo l’ascoltatore in una dimensione molto più intima e delicata da cui spesso “difficile è risalire“, come dicono le parole della traccia intitolata “Marilù”

Credits

Scritto e suonato da Leonardo Antinori e Tommaso Tarsi.
Registrato, mixato e masterizzato da Paolo Rossi presso Studio Waves.
Illustrazioni e grafiche a cura di Lorenzo Badioli.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati