Nell'autunno del 1989 i fratelli Simone e Roberto Luti, rispettivamente 14 e 12 anni, incontrarono Rolando Cappanera, 12 anni, figlio del batterista della storica Strana Officina. I due fratelli avevano incominciato da un paio d'anni a suonare il basso e la chitarra mentre Rolando si dedicava già da tempo alla batteria. L'idea di questo incontro venne a Johnny Salani, famoso cantante di blues in Toscana e primo vocalist della Strana Officina. I tre si trovarono così negli studi della Strana Officina e improvvisarono per circa quattro ore su grandi classici della tradizione blues e rock blues. La cosa li divertì talmente da decidere, nel giro di poco, di cominciare a provare seriamente per mettere su un trio. Nacquero i First Experience che debuttarono nel Giugno del 1990 come ospiti alla manifestazione Livorno Rock. Il nome di questi tre "piccoli" musicisti cominciò a girare nell'ambiente dei club e dei locali della penisola la cui programmazione era basata su band blues e simili. Nel Luglio del 1990 i First Experience aprirono la serata inaugurale del Pistoia Blues Festival, prima di John Hammond e B.B.King. La presenza al più importante festival blues italiano permise ai tre ragazzi di avere un ottimo riscontro e, negli anni successivi fino al 1994, la formazione si esibì, con l'aggiunta di Johnny Salani alla voce, in più di 400 concerti per tutta Italia. Nel 1994 Rolando lasciò i First Experience per affrontare un nuovo percorso musicale con la Strana Officina e poi con i Cappanera al fianco di Simone e del cugino Dario Cappanera (chitarra). Simone e Roberto continuarono, seppur entrambi coinvolti in progetti differenti, a portare avanti i First Experience, assieme a vari batteristi. Nel 1999 Roberto si trasferì negli Stati Uniti, a New Orleans, i First Experience si sciolsero definitivamente. Simone e Rolando continuarono a lavorare come musicisti in ambiti diversi, a livello internazionale e nazionale, mentre Roberto ha partecipato a numerosi progetti di successo a New Orleans e oltre, ed è stato coinvolto nel progetto Playing For Change del quale è diventato una delle colonne portanti nella realizzazione musicale; anni dopo anche Simone e' stato coinvolto nel progetto. Nel 2008 Roberto tornò in Italia e di lì a poco i tre "ex piccoli musicisti" si riunirono nello stesso studio della Strana Officina (dove quasi 20 anni prima tutto ebbe inizio) per fare una suonata, giusto per divertirsi. Ne venne fuori una lunga jam i cui tre stili così diversi, complici le differenti esperienze musicali e di vita, riuscivano a legarsi in maniera nuova e originale, lasciando spazio a una sorta di crossover di generi musicali. Nel Gennaio 2010, 16 anni dopo l'ultimo concerto dei First Experience originali, i tre salirono assieme su un palco, con Johnny Salani. Quella sera si divertirono da matti, così come il  pubblico venuto in massa per vedere la reunion dei quattro.