Il progetto "Storia disdicevole di una migrazione borghese" nasce dall'incontro tra i testi di Gianluca Cataldo e le musiche di Vincenzo Obiso. Il progetto (già completo e in dieci canzoni) è tripartito in tesi, antitesi e sintesi. Ovvero: il dogma, classico e abusato, della necessarietà di una migrazione e della colpevolezza dei luoghi; lo smascheramento del dogma; sdraiata accettazione degli eventi. L'ep autoprodotto ne è un estratto, una parte del primo periodo e una canzone della terza fase.