Disco del giorno
album PILOT - LAGS
Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

"PILOT" è un diario di bordo. È la cronaca dei pensieri di un gruppo di trentenni che come tanti si confrontano con i temi centrali della società in cui vivono: il ruolo controverso della fede, la disperata ricerca di un'occupazione, il senso di frustrazione e disincanto di fronte alla vita politica del paese, l'emigrazione delle persone vicine, i rapporti logorati dalla distanza e quelli logorati dalla vicinanza, la paura di un futuro sempre più buio.
È la "PUNTATA PILOTA" di un racconto, in cui questo gruppo di trentenni così diversi condivide l'ansia di non riuscire a comprendere se quello che ognuno si trova davanti è l'inizio di un lungo cammino oppure un muro che minaccia continuamente di crollare sulle speranze di una vita. Sempre con un'unica chance a disposizione, sempre in bilico, sempre senza rete, in una società estremamente avara di seconde opportunità.
"PILOT" è il diario di soldati che vivono una guerra fuori, ma che combattono ogni battaglia internamente, alla disperata ricerca di una chiave per andare avanti, lasciare un segno, raccontare una storia.

Credits

I LAGS sono Antonio Canestri, Andrew Howe, Daniele De Carli, Gianluca Lateana.

Scritto, composto e suonato dai LAGS.
Testi a cura di Luca de Santis, ad eccezione di “The Stream”, “Behind the clouds”, “Family Man” (scritti da Antonio Canestri) e “Queen Bee” (scritta da Daniele De Carli).

Registrato da Lorenzo Stecconi & Luigi Di Filippo presso LRS Factory, Roma
Missato da Lorenzo Stecconi presso il Triple Sun, Roma
Mastering a cura di Giuseppe Zaccaria presso LRS Factory, Rome

Artwork e illustratione di Alberto Becherini

Commenti (4)

Carica commenti più vecchi
  • Faustiko Murizzi 25/09/2015 ore 15:57 @faustiko

    Ma quindi questa è la band di quell'Andrew Howe lì? Davvero notevoli, una botta come non ne sentivo da tempo in Italia.

  • Elisabetta Frau 01/10/2015 ore 15:36 @elisabetta.frau.ca

    fico, bravi!

  • Due 01/10/2015 ore 19:50 @Due

    NABBOMBA!

  • aletmt 13/12/2015 ore 10:17 @aletmt

    E' un disco che funziona sotto tutti i punti di vista.
    Analizzarlo è prendersi una bella pausa da tutto ciò che ci circonda, prendendo le tematiche che più ci affliggono, e sentirle cantate, gridate, con la giusta dose di rabbia (disprezzo) e speranza.
    Dal vivo, come ogni bel disco che si rispetti, ti prende a pugni nello stomaco, ha delle botte allucinanti.
    Nelle cuffie, la cosa è pressochè simile: le orecchie vengono allietate dal mix distorto.
    Pilot è il vero hardcore, fatto di esperienze , con un occhio per la melodia.
    Pilot è musica vera, creata col cuore.
    Pilot è un disco che nel 2015, ti ammazza di botte e ti fa sperare !

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati