Leggi la recensione

Descrizione

ID è un album che affronta la natura poliziesca della società odierna, secondo prospettive anti-soggettivistiche e anti-identitarie.
Tutto ha inizio con l'episodio di un personaggio colto a rovistare tra gli avanzi nel retro della bettola Punto Frattaglie e cacciato dal proprietario.
Questo quadretto sposta l'attenzione sulle disfunzioni alimentari, gli eccessi e le insufficienze, prendendo a simbolo il piombo come elemento di uno stile di vita equilibrato.
Sui congiungimenti narrativi di queste moltitudini si affaccia la tematica della droga, punto di fuga contemporaneamente centrifugo e centripeto.
Vediamo arrivare sulla scena, a braccetto con la droga, un altro capitolo chiave: i supplementi negativi come fondamenta delle narrazioni identitarie-comunitarie.
In questa mitologia del contemporaneo, elicotteri stellati sopra di noi, un magma cristallizzato dentro di noi.
Dove non è più possibile sognare, si impone una proceduralità: altri personaggi, distesi sotto un platano, sono rapiti dai tecnocrati e spediti nello spazio.
Gli esperimenti sulla pelle di cavie umane ignare della simulazione in cui sono ingabbiate fomentano la mitopoiesi della folla, che con un colpo di coda procede al colpo di mano su se stessa.
Il finale è una piccola sinfonia che celebra le istanze di sprofondamento dentro ai buchi neri.

Credits

Musica, concept, mix e master: Wesqk Coast
Fotografie: Stefano Frosini
Produzione: uterostudios.com
Con il supporto di Spettro Records

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati