Vieux Bits
Foto
0
Video
0
Articoli
0
Concerti
0

Descrizione a cura della band

Questo è quello che io chiamo il rap dei figli d'immagrati, quello che da fuoco in babilonia e suoi apparati...
questa è una voce diversa, perché è la voce del diverso, è la voce della minoranza, è la voce di un giovane, la voce di un padre, la voce di un fratello.
musica vissuta.
Per la prima volta, si proieta il come ci si sente sotto un'altro tipo di pelle, senza mai esagerare con il noi e voi, perché l'artista fa parte di questa società...
l'album affronta in maniera veloce tante questioni:
la situazione di un neolaureato, il permesso di soggiorno, il lavoro, il precariato, la gente, il mondo, l'occidente, la convivenza multi-etnica, la politica, hiphop, i gioveni, l'amore... tutto vissuto in prima persona.
perché il rap è parlare per gli altri parlando di se stessi...

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati