Leggi la recensione

Descrizione

"Fulmine" è stato registrato tra Gennaio e Giugno 2014, tra lo Zeta
Factory e il LemonHead Studio di Carpi da Federico Truzzi, co-produttore del progetto e membro storico dei Synthfonia Suprema, oltre che attuale chitarrista di Sleeping Romance e compositore per marchi come North Face ed eventi come Giro d’Italia. Al disco hanno preso parte anche Alice Sacchi, cantante modenese
insegnate di Musicoterapia e Diplomata in Canto al Conservatoriondi Modena, e il contrabbassista Stefano Sbreveglieri, studente al Conservatorio di Amsterdam, oltre a cantanti di band locali, amici da anni, che hanno prestato la loro voce al grande coro in chiusura del disco. Il disco, composto da 11 brani, rappresenta una summa del lavoro compiuto dalla band tra il 2012 e il 2014, oltre che contenerne quattro estrapolati dal precedente Ep autoprodotto “Letargo”,
completamente rielaborati e riarrangiati dopo la collaborazione col produttore Federico Truzzi. Il concept di “Fulmine” nasce da un’idea semplice: un rilascio di
energia istantaneo e improvviso, che colpisce una volta sola, per un tempo infinitesimale e per cause del tutto fortuite, eppure lasciando le cose irrimediabilmente trasformate per sempre. Questo è “Fulmine”: un cambiamento rapido e irreversibile, un caso che mai colpirà di nuovo nello stesso punto, l’unica
possibilità di dire tutto quello e dirlo con forza. Un’immagine ed una necessità che metaforizzano sia un’esigenza esistenziale, sia il mondo della musica indipendente italiana, consumistico ed influenzato dalle logiche di conformazione che si prefiggeva di evitare, dove a pochi fortunati viene concesso lo spazio di un istante per esprimersi prima di lasciare il posto alla successiva ondata di musicisti, più affamati e determinati dei precedenti.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati