Un trio basso-batteria-chitarra che canta in inglese come fosse originario d'oltremanica, rubando le movenze agli shoegazer e la predisposizione compositiva a Thurston Moore. Gli Zenerswoon si lanciano in effusioni chitarristiche intrise di sonicità, indorandone i contorni con l'uso armonico di una voce che riconduce la tensione in una dimensione più accessibile. Una formazione che ricerca strenuamente la propria personalità, usando la psichedelia come un ideale potenziometro per regolare rallentamenti, inversioni, melodie, rumori, ritornelli, digressioni e quant'altro. Da n…