Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Genere: Indie Pop/Cantautorato Italiano, brani originali

WEB: www.zondini.com
FACEBOOK: https://www.facebook.com/Zondini
SOUNDCLOUD: https://soundcloud.com/zondini
BANDCAMP: http://zondini.bandcamp.com

"Chansons Invisibles" è il secondo album per Zondini dopo l'esordio "Re:Visioni del Tempo", candidato come miglior album al Premio Tenco.

I riscontri positivi del primo lavoro hanno contribuito a far aggregare attorno al progetto una band, chiamata Les Monochrome. È con Nico Zanetti alla batteria, Gennaro Spaccamonti alla chitarra, Andrea Russi al basso che viene cercato un nuovo approccio alla costruzione delle canzoni, questa volta provate per mesi e registrate interamente in due session al Fanthome Studio di Forlì.

Il nome dell'album è un tributo ad Italo Calvino, francesizzato in omaggio ai diversi riferimenti di Zondini nei lavori precedenti. L'album è un palindromo mancato, ogni brano gravita attorno ad un nucleo rispecchiandosi con il suo doppio. Il concept del lavoro è quello di una ragazza costretta a trascorrere un pomeriggio in casa, tra la provincia sbirciata dalla finestra e i sogni di Hollywood che penetrano i suoi pomeriggi da libri, canzoni e vecchi filmati.

Credits

COMPONENTI
Mark Zonda: Voce, Chitarra, Piano, Synth
Gennaro Spaccamenti: Chitarre
Andrea Russi: Basso
Nico Zanetti: Batteria

CREDITS
Simona Rovida - Voci su "Il Mondo di Lloyd" e "Karina"
Fanto: Tastiere
Mixato presso: Registrato e mixato presso Phanthome Studio Forlì

Foto album: Bessie Secor (fotografa Vogue: http://www.bessiesecor.com/)
Foto press: Carolina Martines
Modella: Denise Benetti

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati