Mi chiamo Zoysie e vivo qui, in un garage sotto al centro commerciale. Fuori c'è il traffico della statale e dietro la ferrovia. La notte il rumore delle auto o del treno che passa mi svegliano. Rimango ad ascoltare la strada, le prostitute che ridono, le sirene che urlano. Nella mia stanza c'è un divano, un tavolino bianco, il computer e le bottiglie vuote in un vecchio cartone. Ho aggiustato la pala del ventilatore con lo scotch nero. La batteria è sul muro in fondo e ho messo gli amplificatori in cerchio. Quando plaggo i jack e si accendono i led, i coni ronzano e prendo forma. Suono cantando di quello che sono, e di quello che sento. La strada, il freddo, la città che non dorme, il tempo, tutto assume un senso irraggiungibile. Ad occhi chiusi ammiro questo enorme fiume. Resto così, come se fossi qui da sempre. IN STATO DI GRAZIA. Zoysie nasce nel 2007. Il nome prende spunto dall' incipit del libro "Le correzioni" di J. Franzen. Il leitmotiv che emerge in Zoysie è il mix tra melodico e dissonante, la passione per il rock alternativo e l'esigenza di sonorità svincolate dalle logiche commerciali. A marzo 2010 la band pubblica "In stato di grazia", il primo album interamente autoprodotto. A ottobre 2011 esce il nuovo singolo in formato digitale: California fuck yeah.