Fooga & Nico - La Follia testo lyric

TESTO

Sono una regina,
a volte la tua padrona,
Qualcuno mi chiama poesia,
mi presento sono la Follia.

Ho giocato con le parole
come giocano le nuvole e il sole,
ho cantato del gelo d’inverno
che ci dice “si muore in eterno”.

Mi sono vestita da uomo,
ho scordato quello che sono,
ero in preda di un grande amore,
mi sono uccisa per errore.

Qui tra santi ed eroi
è iniziato il tuo viaggio,
tra sogni e visioni
un nuovo miraggio.

Ho rapito la vostra ragione,
l’ho fatta calda passione,
mentre vi credevate normali
vi ho resi speciali.

Ma se qualcuno si rese conto
tentò di soffocare il mondo,
sentendosi il solo alle porte del cielo
che alla fine varcò davvero.

E chi con me non volle sognare
sul rogo mi fece bruciare
pensandomi come una malattia,
libertà o eresia.




Lungo il nostro cammino,
tra la terra e il mare,
ho stretto la tua mano
che tutto fa affondare.

Così ti ritrovi al muro del tempo
e non senti che forse è il momento
di risalire la vecchia corrente,
di cambiare per sempre.

Ma di me qui avrai bisogno
se credi di avere un sogno,
se vuoi seguire quel poco di luce
fin dove ti conduce.

Ed io sarò lì al tuo fianco
ad asciugar quel pianto
versato lungo la via
dove hai già nostalgia.

Ma chissà come sarà,
come cambierà il destino
se tu insieme a me
ritornerai bambino?

Però stai tra sogni e chimere
facendo finta di non vedere
e hai chiamato la polizia
per paura della Follia.

CREDITS

Testo: Nicola Farinello. Musica e arrangiamenti: Carlo Guardamagna, Andrea Garavelli, Nicola Farinello.

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano La Follia di Fooga & Nico:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone La Follia si trova nell'album Gente di passaggio uscito nel 2016 per La Clinica Dischi.

Copertina dell'album Gente di passaggio, di Fooga & Nico

---
L'articolo Fooga & Nico - La Follia testo lyric di Fooga & Nico è apparso su Rockit.it il 2020-01-04 21:23:59

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia