Alternative Rock

I Gambardellas nascono nel 2012 con il fondatore Mauro Gambardella (batteria, voce) in veste di one-man-band, già nel febbraio 2013 danno alla luce l'LP "Sloppy Sounds" (BigWave Records/Audioglobe) e il conseguente tour, supportato dalle esclusive nazionali di ben tre videoclip estratti dal disco - Flash (rockol.it), Tito (rollingstonemagazine.it) e Needs (xl.repubblica.it) - vede i Gambardellas esibirsi per 40 date in Italia, tra cui aperture a Ministri, FASK, Pan del Diavolo, Aucan.

La formazione live in breve diviene la line-up definitiva, con l'ingresso di Glenda Frassi (chitarra-cori) e Grethel Frassi (synth-cori); sulla scia del grande entusiasmo derivato dal tour, la band pubblica nel mese di settembre 2013 l'EP "Ashes" (BigWave Records), caratterizzato da un sound più scarno e testi più cupi che si riflettono anche nell'immagine del gruppo.

"Ashes" permette ai Gambardellas di suonare ben 60 concerti nei due anni successivi, arrivando (unici artisti italiano) al prestigioso Woodstock Poland Festival, in mezzo a nomi quali Volbeat, Hatebreed, Skid Row. Terminato il lungo tour a novembre 2015, la band non perde tempo e si chiude in studio per scrivere il secondo full-lenght della loro carriera.

Nell’aprile 2017 i Gambardellas pubblicano il singolo “Won’t Give Up”, prima anticipazione del nuovo album in lavorazione. Il singolo viene accolto molto positivamente da critica e pubblico e consente alla band di aprire i concerti degli inglesi Alvarez Kings e alla storica band italiana Ritmo Tribale nella serata della loro reunion presso il Circolo Magnolia di Milano.

Il nuovo album “Survive” (BigWave Records/Punx Crew Mus. Publ.) è uscito lo scorso 30 gennaio 2018, ecco le parole della band: “Abbiamo lavorato duramente e a lungo su questo disco perché volevamo ottenere il miglior risultato possibile: crediamo fermamente di aver raggiunto l’obbiettivo. “Survive” rappresenta il sound che abbiamo sempre ricercato, non ci sono vie di mezzo: in esso ci troverete sia i nostri brani più potenti sia quelli più delicati di sempre”