Taiyo Yamanouchi nasce a Roma il 4 luglio 1975 alle 9 di sera. alcune ore dopo ci ripensa, ma ormai è in ballo e decide di ballare.

da allora passa da un attività all' altra, come nello spettacolo di un saltimbanco. promosso alle medie solo in virtù dei suoi bei disegni e del suo inglese
impressionantemente fluente, imparato cantando canzoni di pat boone trovate tra i nastri di suo padre.
passa a frequentare un liceo artistico dove si fa notare perla sua austerità. non fuma, non si droga non beve...appare molto fuori luogo, ma disegna bene
ed è tra i principali promotori di autogestioni e occupazioni, nonchè bersaglio favorito delle combriccole di giovani politicamente avversi. racchiude in se
in effetti diverse qualità da bersaglio, l opposizione politica, l' alterità etnica e la scarsa possanza fisica.
della serie "hey tu attacca brighe, vieni qui, mena me!".
Sviluppa così una notvole capacità di autodifesa basata sull apprendimento del dialetto romanesco, misto alle movenze di bruce lee.
la crasi culturale intimorisce gli energumeni.
fuori dalle scuole lavora come illustratore, animatore, scaricatore merci in un mercato, distributore automatico di riviste calcistiche autostampate,
mimo, musicista, danzatore in perizoma in discoteche di impasticcati, insegnante di autodifesa culturale per studenti fuori luogo,
finto napoletano, finto giapponese, mai e sottolineo mai come cuoco.
di quando in quando nel corso della sua vita parte per dei lunghi viaggi, ma tanto poi te lo ritrovi sempre tra i piedi.
partecipa a diversi provini televisivi e cinematografici, trovandosi nel posto giusto al momento giusto, in cui era andato fondamentalmente per cambiare
le cartucce delle stampanti degli uffici di produzione. così si trova coinvolto in film come ULTIMO, Questa notte è ancora nostra,
o in programmi televisi come TINTORIA, i cui produttori non si accorgono di averlo assunto per errore per 3 anni consecutivi.

una sera all' eta di 17 anni viene trovato semi nudo nei pressi di castel sant angelo, durante la fiera dei libri, che vaga per i viali urlando "i public enemy VI hanno appena salvato la vita!!!!" dopo alcuni saggi scappellotti forniti dal signore delle salsicce finge di rinsavire. ma in realtà è appena rimasto intrappolato nell hiphop e a oggi non pare essere in grado di liberarsene.

il suo rapporto con le donne è splendido e sarebbe ora che anche loro iniziassero a pensarla così.