Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Il 18 gennaio 2019 Goodfellas licenzia "Cannonball", terza fatica in studio che conta ben undici tracce inedite - ancora una volta scritte, arrangiate e prodotte dallo stesso Johnny - a cui si aggiunge una versione alternativa di “Furore”, l'indimenticabile classico di Adriano Celentano. "Cannonball" è un disco fatto di ruvide canzoni, capaci di scavare nel torbido dell'animo umano, brani che trascurano la scontata estasi iniziale del rapporto di coppia per insinuarsi nel lato più oscuro e carnale della storia.

È un disco suddivisibile in due parti: si apre con la rumorosa overture “It’s over” e scorre come un treno senza freni lanciato a tutta velocità sino a "Sufrimiento", primo singolo scelto come colonna sonora di un videoclip a dir poco adrenalinico. L'intermezzo dell'album è affidato alla sesta traccia intitolata "La scala" e da qui in avanti sono montagne russe emozionali dalla già nota "Micidiale" (contenuta sul lato A del 7" uscito nel 2016) sino alla ghost track "Al bar".

Le riprese dell'album fotografano tutta l'urgenza creativa di Johnny, che in soli due giorni registra in presa diretta l'intera tracklist armato della sua fedele chitarra ed affidando l'esecuzione dei pattern di batteria a Gianluca Tilly Terrinoni, il primo musicista ad affiancare in studio il titolare del progetto. Tutto questo e le varie sovraincisioni (curate interamente da DalBasso) si susseguono in vari studi, tra Napoli e Roma, per poi essere ridefinite nel covo casalingo di Johnny, il quale ha curato personalmente la post-produzione e l’editing. Il missaggio è opera di Daniele Tortora aka Il Mafio (Afterhours, Daniele Silvestri) mentre il mastering è stato curato da Giovanni Versari (Muse, Vinicio Capossela, Battiato, Verdena).

L'artwork di "Cannonball" chiude emblematicamente il cerchio esibendo un'opera dell’artista sardo Ciriaco Campus (dalla collezione “Private Collection” 2013-15), che, nel caso specifico, riprende l’opera cinquecentesca del Bronzino “Ritratto di giovane uomo con libro”, deformandola con il fuoco, che qui diventa autentico gesto d'arte: la bruciatura che ne deriva ricorda così quella creata da una palla di cannone sparata in pieno petto, parafrasando, involontariamente, il titolo dell’album.

Credits

Prodotto da Johnny DalBasso
Registrato presso il Soundinside Basement Records, il Gnagno Studio e i Valchiria Studios.
Missato da Daniele Tortora aka il Mafio.
Masterizzato da Giovanni Versari presso La Maestà Studio.
Hanno suonato nel disco:
Johnny DalBasso: chitarre, basso, pianoforte, tastiere, batteria in “Micidiale” e “La scala”,percussioni, voci. Gianluca “Tilly” Terrinoni: batteria.

Tutte le canzoni sono di Johnny DalBasso ad ecezione di “Furore”* (P. Vivarelli, A. Celentano, E. Leoni).
Copertina del disco: opera di Ciriaco Campus, “Private Collection” (2013-2015).
Foto interne: Sofia Bucci
Etichetta: Valchiria Records
Distribuzione: Goodfellas

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati