Descrizione

‘‘Hirundo’’
il primo disco di Nina Madu’ e le Reliquie Commestibili

Realizzato durante la primavera 2013
con la partecipazione di numerosi musicisti ospiti:

STARRING:
Nina Madù………………….Camilla Barbarito
Il Bullo Psicologico……….…Ulisse Garnerone
L'Abietto Infame……………….Fabio Marconi
Il collezionista di serpenti….…….Seydou Dao
Tante Esther………………..Esther Flueckiger
Il Cannibale…….…….…..…..Raffaele Kholer
La Piromane………..…….……Eloisa Manera
Il Paranoico…………..…….…Michele Obizzi
La Sanguisuga………………..Francesco Piras
La Sporca Carogna………..……..…Ivan Rosas
RoseMarie's Baby…………..RoseMarie Soncini
Il Narcolettico Veggente………Davide Tedesco


...
Scruto nella foschia
molto lontano sirene della polizia
Mi aggiro guardinga ma calma
sul sedile posteriore la Signora Maria, della scala A
conversa con un camionista lituano dal finestrino
mi pare si parli di protesi..
La mia macchina in avaria
metto le quattro frecce
mi volto a H 11
mi vedo nello specchietto retrovisore e…
Mi piaccio.
Mi piaccio mi piaccio mi piaccio.
Scendo dalla macchina
chiudo la portiera
passa muscolare un oscurato mastodontico Suv
Mi piega di 90 gradi entrambe, no dico gente, entrambe le punte dei miei stivaletti a punta. Le guardo un istante poi sollevo lo sguardo
Non mi hanno mai interessato troppo i dettagli


Gentile Pubblico, Spettatori nella penombra,
il Grande Gorilla ci guarda.

Credits

NINA MADÙ e le Reliquie Commestibili, è un progetto musicale nato dalle ceneri del suo precedente progetto teatrale, nel 2007, durante un’uggiosa serata meneghina, la Casbah, (di e con Cassandra Casbah) evento itinerante negli storici locali della vecchia Casbah milanese, le viuzze tra Sant’Agostino e la Darsena, un tempo teatro della straordinaria pacifica convivenza tra mala, prostitute e travestite, che vivevano ne “La casa delle bambole”, condominio un tempo riservato all’accoglienza dei clienti. In questo suggestivo multi-emozionale ambiente - in osterie quali Ponkj, Osteria da Lina, Balakobako - nasce il bisogno di Nina Madù (Camilla Barbarito), del Bullo Psicologico (Ulisse Garnerone – Synth/batteria) e dell’Abietto Infame (Fabio Marconi - chitarra elettrica), di esplorare l’ambiente urbano, le sue più intime sfaccettature, le vicende più scontate, ma nel contempo più intrinseche ed edificanti del turbinio di vita cittadino. Nina Madù e le reliquie commestibili, dunque, nasce come una rock band specializzata in testi surreal-demenziali. Tematiche semplici, di vita quotidiana, vengono trattate con estrema perizia linguistica, termini desueti, e arzigogoli sintattici, il tutto contornato da costumi bizzarri, trucchi che parlano ed emozionano da sé, performance live estremamente teatralizzate.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati