Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione a cura della band

“Somewhere” è il terzo album di Silent Carnival, creatura sonora che Marco Giambrone ha cresciuto a partire dal 2012. E’ un lavoro che segna una piccola svolta nel modus operandi che fino ad ora aveva contraddistinto i precedenti episodi, relegando ogni aspetto della produzione, registrazione e missaggio allo stesso Giambrone e affidando il mastering nelle sapienti mani di Giovanni Versari.
Registrato tra Gennaio e Febbraio 2018 nello studio/casa di Cammarata , “Somewhere” ha confermato le indispensabili presen- ze di Caterina Fede, Alfonso De Marco e Andrea Serrapiglio ma si è impreziosito di nuovi collaboratori come Stefano De Ponti, Luca Andriolo e Luca Serrapiglio.
Questo disco racconta visioni, sogni, premonizioni e lo fa con atmosfere molto diverse tra loro, ampliando la tavolozza dei colori rispetto al passato. Meno drones e maggior presenza di strumenti acustici per vestire un songwriting libero da steccati e recinti di genere. Un suono in cammino, come la processione di “Calvary” che unisce le lamentazioni dei riti religiosi siciliani alle vibrazioni pagane di mondi sconosciuti. Le confessioni senza assoluzione di “Innocen- ce”, il deserto dietro casa di “Somewhere” non fanno che conferma- re l'attitudine intimista ma al contempo spietata del disco, che non ha nessuna pretesa se non quella di accompagnare l'ascoltatore in un viaggio improvviso, inaspettato.

Credits

_ Written, produced, engineered and mixed by Marco Giambrone Recorded and mixed at Casa 53 – Cammarata
_ Additional recordings: b.a.d Instruments Studio – Alessandria, Nocino’s Studio - Alessandria
_ Mastered by Giovanni Versari at La Maestà – Tredozio
_ Polaroid photographies on front and back cover by Marco Giambrone
SILENT CARNIVAL is :
_ Marco Giambrone: Vocals, guitars, percussions, balalaika, vibes, noises, samples, synth, violin
Additional musicians:
_ Caterina Fede: Vocals, organ, harmonium, synth, autoharp, cymbals, percussions, noises
_ Alfonso De Marco: bass guitar, percussions, backing vocals
_ Andrea Serrapiglio: viola on “Like Gaming Cards”, strings on “Somewhe- re”
_ Luca Serrapiglio: bass clarinet on “Calvary”
_ Stefano De Ponti: subtractive synthesis on choirs on “Calvary”
_ Luca Andriolo: Banjos on “Somewhere”

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati