Leggi la recensione

Descrizione

Gli Style Sindrome si sono ritrovati in sala di registrazione per mettere a fuoco le diverse ed eterogenee idee scaturite durante le session di preparazione dei primi concerti dopo la reunion.
‘Surrender’, ‘Angel’ e ‘Far Far’ sono brani d'atmosfera vicini allo stile degli esordi, le energetiche ‘Distant Blurry World’s e ‘The Song That Never Ends’ fanno invece parte dell'aspetto più urgente ed esplosivo della voglia di tornare a suonare, mentre la cupa ‘Wish’, preannunciata da un campionamento dalla celebre serie televisiva "Ai Confini della Realtà", ha il compito di aprire nel suo incedere martellante e ossessivo l'intero lavoro.
I testi, tutti ad opera della cantante Anna Di Stefano, proseguono lungo il tracciato onirico e intimista delineato dalla prima incarnazione degli Style Sindrome. ‘Eldorado Bay’ è un’ironica riflessione sul tema dei diritti umani dei migranti, che denuncia, attraverso il paragone canzonatorio con le gesta di Ulisse, le quotidiane tragedie che si consumano sui nostri lidi.
‘Angel’ trae ispirazione dal film id Wim Wenders Il Cielo Sopra Berlino e ‘The Song That Never Ends’ racconta di un allontanamento e di una ricongiunzione. Il tema del ritorno e della riunificazione è ricorrente in molti dei testi di ‘Far’. Dai mondi sfocati di ‘Distant Blurry Worlds’, fino ai ricordi recuperati come da un naufragio in ‘I Had a Strange Dream’.

Credits

ANNA DI STEFANO - VOICE
GIORGIO MASTROSANTI - GUITARS
MASSIMO FREZZA - SAX, SYNTH, VOICE
RAIMONDO MOSCI - DRUMS
DAVIDE MESSINA - BASS
registrato presso Elefante Bianco Studio, Roma da Raimondo Mosci e Massimo Ruscitto.
masterizzato al Reference Mastering Studio, Roma
distribuito da Goodfellas

http://www.stylesindrome.it/

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati