Leggi la recensione

Descrizione

“Declaration of Loss” ovvero: avere vent’anni qui e adesso. Il primo LP
dei THE SLAPS, in uscita il 25 novembre per Dischi Soviet Studio, è un
urlo punk generazionale lanciato da quattro giovanissimi della provincia
veneta, una “dichiarazione di perdita” combattuta a suon di chitarre
distorte e ritmiche serrate.
Dopo oltre cento live, la band da’ prova di maturità con nove canzoni dallo
stile compatto e unitario. Il sound di matrice garage punk contiene echi di
power pop e grunge anni ’90, ispirato ai classici Nirvana e Weezer, fino a
raggiungere sfoghi al limite dell’emo-core. analogamente al lavoro di band
odierne come Wavves, Fidlar, Cloud Nothings, il tutto assimilato e riletto
in modo originale. Personale soprattutto è l’attitudine, l’urgenza
dell’interpretazione e la capacità di far evolvere le composizioni verso
direzioni impreviste. Così la band descrive il disco:
“Il filo conduttore è lo smarrimento, la mancanza di punti di riferimento. La
difficoltà di trovare stimoli e obiettivi, capire qual è il proprio posto nel
mondo, l’ossessivo desiderio di evasione. Le canzoni sono ora
malinconiche, ora incazzate. Ma non c’é rassegnazione. La nostra è una
presa di coscienza. Le nostre canzoni sono permeate di voglia di
cambiare, di migliorarsi, di vincere la noia.”

Credits

Tutte le canzoni sono di proprietà di The Slaps.
The Slaps sono: Paolo Simioni (voce e chitarra), Piercarlo Michelin (chitarra solista), Marco Lucietto (basso), Sebastiano Facco (batteria).
Registrato, mixato e masterizzato da Edoardo ''Dodi'' Pellizzari al Lemon
Recording Studio di Castelfranco Veneto (TV) nell’estate 2016.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati