Agghiastru - Ascolta Idda

Brano

00:00
 
00:00

Descrizione Idda

IDDA Come rubare alla notte un raggio di sole nascosto nel torbido inganno di chi nell'oscurità brama E cucire al tuo cielo le rose e spacciarle per stelle ma moriranno trafitte da spine prima che tu possa trovarle E asciugherò il pianto, le tue lacrime di sale nutrirò il desiderio infranto come un mare che acqua vuole Ti accoglierò sola per spartirci il deserto e trasformarlo in fiorenti giardini e sarà più dolce il tuo parto Come pensare alla notte, chiara e sincera ma nascoste saranno le serpi striscianti e pronte ad amare E scucire al tuo cielo la luna, bagliori e passione lasciandoti sola nel buio a rimirare vuoto il tuo cuore E lascerò ai miei occhi il lusso di vederti sfiorire e le mie mani lontane sapranno tastare pelli migliori E piscerò sangue, nel tuo talamo nuziale che sporco non lo sarà mai per te educata a non vedere... ... e a non parlare... ... e a non sentire... ... ciò che ti sussura il cuore quello riposto in una bara che impreca e sta male perché da lì vorrebbe uscire ma tu educata a non sporcare sul sangue polvere riponi ma il cuore ti verrà a cercare e tu non potrai fuggire ghermire i tuoi occhi spenti e custodirli nella bara dove lui ci farà l'amore per la polvere inghiottire e ritornare poi a vedere nel lusso nuovo del tuo amare

Album che contiene Idda

album Disincantu - AgghiastruDisincantu
2008 - Rock, Indie, Folk INCH Productions, Audioglobe

Playlist con questo brano

@poiccard (133 brani)   , @sarafulli (117 brani)  
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati