''Agricantus'' (dal latino: ''il canto del campo di grano'') è un gruppo musicale siciliano di genere "world ethnic-electronica" nato a Palermo.

''Agricantus'' (dal latino: ''il canto del campo di grano'') è un gruppo musicale siciliano di genere "world ethnic-electronica" nato a Palermo nel 1979 dalla collaborazione dell'allora sedicenne Tonj Acquaviva (voce, percussioni, campionatori), Mario Crispi (fiati, membro fino al 2008), Mario Rivera (basso, cori, membro fino al 2004), Massimo Laguardia (voce, percussioni membro fino al 1989), Pippo Pollina (chitarra, voce, membro fino al 1985), Salvo Siciliano (chitarra, tastiera, membro fino al 1989) ed altri musicisti. Gli ''Agricantus'' hanno rappresentato, soprattutto dalla seconda parte degli anni '90, un esempio di commistione di stili musicali, lingue e dialetti, sonorità moderne e strumenti musicali arcaici, ottenendo consensi internazionali.
Il gruppo si afferma a metà degli anni '90 con il "sound" del bandleader Tonj Acquaviva, e l'arrivo della cantante svizzera Rosie Wiederkehr.
Fin dall'inizio, Agricantus (dal latino: il canto del campo di grano), ha sempre avuto una visione sconfinata del mondo, da cui estrarre una narrazione musicale attraverso legami con le culture dei cinque continenti.
Il suo percorso artistico è simbolicamente basato sulla "visione della pace tra i popoli", pace che può essere costruita continuamente attraverso i suoni, la musica e le parole.
L'intenzione è di arricchire la propria musica con suoni e colori, lingue e linguaggi, con il desiderio di condurre l'ascoltatore attraverso il continuo "crescendo" e "diminuendo" della musica, per passare ad un altro mondo possibile.
ENGLISH
The group became famous in the mid 90's with the 'sound' of bandleader Tonj Acquaviva, and the arrival of Swiss singer Rosie Wiederkehr.
From the beginning, Agricantus (Latin: the song of the corn field), has always had a boundless vision of the world, from which to extract a musical narrative through links with the cultures of the five continents.
His artistic journey is symbolically based on 'vision of peace between peoples', that peace can be built continuously through the sounds, music and words.
The intention is to enrich their music with sounds and colors, languages and scripts, with the desire to lead the listener through a continuous 'growing' and 'lowering' of music, to switch to another possible world.